gennaio 16, 2009

Due voci

Sono uscite, quasi in contemporanea, due recensioni de "La mia vita disegnata male".
Credo che siano interessanti, per me che ci ho il 37 alla maturità sono pure un po' difficili. Pero' credo che ci siano cose buone.
Io che ho fatto il libro mi ritrovo a sorprendermi e a riflettere. "Dai, ma forse ho pensato queste cose davvero!". Insomma, roba cosi'.

Una si trova sulle pagine de Lo spazio bianco, a firma di Guglielmo Nigro, l'altra su UBC fumetti, scritta da Vincenzo Oliva.

Torno al lavoro.

27 commenti:

cacioman ha detto...

Rassegnati, sei un grande.

In ogni caso, se la cosa ti può tranquillizzare, non so quale autore non si stupiva che lo studiassero all'università perchè "ormai fanno le tesi di laurea anche sulle Spice Girl".

ciao
cacioman

p!o ha detto...

Guarda, io credo che sia il problema della critica, a prescindere.

Uno (un critico) scava, scava, e nella maggior parte dei casi in base alla proprio substrato culturale trova dei riferimenti a cose che l'autore dell'opera magari nemmeno s'immaginava.

Nell'arte è sempre successo (basta leggere un qualsiasi manuale di storia dell'arte del liceo o un qualsiasi catalogo di una qualsiasi mostra, e più l'arte si fa concettuale più il dietrologismo si spreca).

Essendo il fumetto una forma d'arte non sfugge alla regola.

Neko ha detto...

e la mia? :D nessuno l'ha letta? sta sul mio blog!

p!o ha detto...

Aggiungo: una volta ebbi ad assistere a un confronto tra un critico e un amico mio (artista-wannabe, installazioni di roba da buttare sistemata in cataste alla bell'e'meglio e cose così).

Lui voleva rappresentare - come da copione - la futilità degli oggetti di uso comune - tipo computer vecchi, armadi, ecc). Ma nulla più.

Il critico di turno ha tirato fuori rapporti familiari incrinati, amori non corrisposti, il degrado urbanistico della città moderna ecc.

Il mio amico a un certo punto gli ha praticamente detto che l'installazione gli è venuta così, senza tanti pensieri.

L'artista fa. Il critico parla. Poi ci sono critici più o meno preparati, come in tutte le cose.

Ovviamente non voglio generalizzare, eh, e di sicuro non mi riferivo alle due critiche da te segnalate.

Ah, mi autopromuovo anch'io, dato che sono caduto nella tentazione di fare una piccola recensione sul mio blog: http://tinyurl.com/87vohh

Ancora complimenti.

sergej ha detto...

Ti posso segnalare anche la mia, sul mio blog privato?
http://ruminazioni.blogspot.com/2009/01/gipi-gianni-pacinotti-la-mia-vita.html

Luc ha detto...

azz. ma 37 t'hanno dato. proprio quel genere di voto che si da per fare uno sfregio. o dai 36 o 42 (o più ...). ma 37!!!
che stronzi.
ma sai come gli roderà il c@@o ora ...

Bufi ha detto...

OH GIPI!MAGARI VIENI ANCHE DA ME,HO MESSO LE PIASTRELLE NUOVE NEL BAGNO E HO DATO LA CERA IN GIARDINO! :^)

Anonimo ha detto...

...Che poi forse sarebbe tutto più stimolante se l'artista 'facesse' sviluppando un pò di più un pensiero sul proprio lavoro, e il critico 'parlasse' conoscendo meglio la complessità del processo creativo, senza considerare solo gli aspetti puramente teorici.

Quello dell'artista che 'fa' perchè così gli viene mi sembra un pò un vezzo, allo stesso modo dello 'sbrodolamento' teorico autocompiaciuto del critico.

Ejzenstein, che è stato un grande regista (molto tempo prima che Fantozzi lo prendesse in giro con la sua parodia sulla corazzata Potemkin) è stato anche un grande teorico del proprio lavoro. Uno che, a leggere i suoi libri, ti fa capire il cinema.

Questo è solo un esempio, per carità. Ma tanto per dire che non necessariamente sviluppare un pensiero teorico su quello che si fa sia un limite per la 'freschezza' creativa.
Anzi: potrebbe anche essere da stimolo per fare cose sempre migliori, chissà.

Cyr

Gipi ha detto...

Cyr:
Sono d'accordo con te. Quando ero giovanotto solo la parola "critica" mi faceva venire la pelle d'oca e non avrei mai spiccicato una parola per il mio lavoro.
In effetti pero' c'era pure poco lavoro..:)
Ma ora che sono grandicello non disdegno minimamente la riflessioni sui modi e le ragioni del "come vengono" le cose.
Perchè comunque "vengono" ma non sono tanto naif da pensare che siano "pure" (parola che odio) o senza radici e motivazioni.
Grazie dello spunto :)

Alessio ha detto...

http://www.intelligentpeople.com/it/groups/gipi/

Lucio ha detto...

io vorrei sapere chi è il fumettaro che si legge le recensioni... apppena ne trovo uno ci faccio una foto per la rarità... gipi gipi ti stai sempre più sofrizzando... a quando gli articoli su vanity fair?

jacopo ha detto...

io però pensavo che il "disegnata male" del titolo si riferisse al fatto che, in origine, era una storia scritta e disegnata di getto, senza troppi fronzoli, quasi atta a esorcizzare alcuni momenti del passato...
che poi, al sapere della pubblicazione, lo stile si è arrotondato e abbellito,a mio parere(o perlomeno è ben diverso dalle prime tavole, quelle pubblicate anche sul blog eoni fa)
quindi beh,si, lasciamo fare ai critici il loro lavoro, ma senza esagerare troppo!!!(però è vero, immagino faccia piacere sentire interpretazioni diversa della propria opera!)

nde gue ni ni ha detto...

aha...io che sono un povero disgraziato lettore straniero pensavo forse il titolo del libro potesse avere un doppio significato:
sia vita disegnata "male" dal punto di vista grafico: frettolosamente...
che vita disegnata "male" = "disgraziata" (che poi in realtà non lo è).. mi riferisco a certi episodi e soprattutto al senso d'umorismo dell'autore. chi sa.

nde gue ni ni

ekant ha detto...

..non c'entro nulla
con quelle recensioni
e non conosco gli autori
buonanotte
buonamira
ekant

Anonimo ha detto...

oddio quanto mi piacciono i tuoi quadri.
e torno qui per guardarli.
scusa,non è un complimento. mi fai stare male.

Anonimo ha detto...

Verrai a Napoli ? ? ? siiiii, vero ?

margherita77 ha detto...

ho messo "cosacerchi" e le altre PITTURE come sfondo desktop...mi danno serenità per la giornata (lo sfondo tipo indaco...mi son permessa la licenza cromatica,ma fo in tempo a cambiare).......POTEVO?
grazie per il tuo modo sempre cosi sincero di esprimere la tua evoluzione di artista. sei un piccolo faro....

Anonimo ha detto...

..che belle dimostrazioni
di affetto ricevi, eh..

luce ha detto...

ti ho visto alle "invasioni barbariche", mi è piaciuta la tua semplicità e quasi "candore" nel raccontarti. E' proprio vero che più si è geniali e meno se ne ha la consapevolezza... mi incuriosisce il tuo libro, credo che lo prenderò.
Complimenti,
luce

Anonimo ha detto...

Insomma sei una "rockstar internazionale del fumetto" che si abbandona lucidamente e consapevolmente alla civetteria.

Pardon, riprendo e mescolo brutalmente e bruttamente due pezzi dalle recensioni che ci hai segnalato.

Tra le interpretazioni, più o meno sbrodolanti di te e del tuo lavoro, il chiamarti rockstar del fumetto è ciò che più mi ha colpito. O forse è meglio dire spaventato. Dopo Internazionale, la Bignardi e LMVDM, il timore è che tu non riesca a reggere l'impatto mediatico e la fama.

Ti conosco da poco come artista e da mai come persona, quindi non so se le mie paure possano essere giustificate o no, ma mi auguro che il successo non distorga i tuoi disegni e i tuoi pensieri.

Mi unisco quindi a uno dei due critici:

"È legittimo sperare che Gipi prosegua per la strada della linea brutta in un prossimo libro, senza compromessi di sorta, senza alcuna accondiscendenza verso le aspettative del lettore."

camulez

Anonimo ha detto...

Nel qual caso Le possa invero minimamente interessare vè né sarebbe una anche qùà (di de-recensione) ché La riguarda.
http://debaser.it/recensionidb/ID_26399/Gipi_LMVDM__La_Mia_Vita_Disegnata_Male_.htm

Ossequi cordialmente ossequiosi. sfascia carrozze

IVAN ha detto...

MAREMMA GIANNI!!!

Anche io ho preso 37 alla maturita'.....

...allora siamo "uguali" ;-D

karpa ha detto...

Anch'io 37 alla maturità Gianni ! se troviamo altri due si fa un partito ;-)

Max Panico ha detto...

"Che cos’è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità di esecuzione".

Gipi, tu sei un genio, non fermarti mai a riflettere su come fai a fare ciò che fai. Se provi a capire come funziona il giocattolo (specie se è un gioco complesso come la capa tua) va a finire che si rompe. Continua così, Gepi il Grande!

[gielle] ha detto...

...io 42! Mi fate sentire un secchione...
:D
[gielle]

CLAUDIO LO SGHI ha detto...

salve gipi...buone nuove per il probabile spettacolo a bari...ci hanno detto di si' alla vallisa..www.vallisa.it ( vai a vederti le foto di questo auditorium diocesano del 1500 in stile romanico ..) i particolari e ulteriori informazioni li ho spediti ad elena e a te in mail...ciao un abbraccio !

珊珊李 ha detto...

情趣用品,情趣,色情漫畫,情色網,情色a片,情色遊戲,85cc成人片,嘟嘟成人網,成人網站,18成人,成人影片,成人交友網,成人貼圖,成人圖片區,成人圖片,成人文章,成人小說,成人光碟,微風成人區,免費成人影片,成人漫畫,成人文學,成人遊戲,成人電影,成人論壇,成人,做愛,aio,情色小說,ut聊天室,ut聊天室,豆豆聊天室,聊天室,尋夢園聊天室,080視訊聊天室,免費視訊聊天,哈啦聊天室,視訊聊天,080聊天室,080苗栗人聊天室,6k聊天室,視訊聊天室,成人聊天室,中部人聊天室,免費視訊,視訊交友,視訊美女,視訊做愛,正妹牆,美女交友,玩美女人,美女,美女寫真,美女遊戲,hi5,hilive,hi5 tv,a383,微風論壇,微風,伊莉,伊莉討論區,伊莉論壇,sogo論壇,台灣論壇,plus論壇,plus,痴漢論壇,維克斯論壇,情色論壇,性愛,性感影片,校園正妹牆,正妹,AV,AV女優,SEX,走光,a片,a片免費看,A漫