novembre 18, 2010

Dodici coniglioni neri

In pratica il dottore chiede se fumo. Rispondo si. Cioè, dico, ho smesso. Da quanto, mi chiede. Un mese. Quindi "fuma", scrive.
E questi episodi, quando si sono verificati, quante volte? Chiede.
Lo dico.












La conclusione è che vista l'età, il mio esser fumatore, i sintomi descritti, la ricorrenza di questi, le probabilità che io abbia la malattia brutta sono molto alti.
Quanto alti?
Alti.
Quindi? Chiedo.
Quindi deve fare questo esame.
Questo esame faccio e per avere il risultato devo aspettare due settimane. Poi le settimane diventano tre ed io ogni sera, andando a letto, penso che stavolta ci siamo. Che questa volta il male mi ha beccato e immagino dodici coniglioni neri che mi portano via e rimpiango ogni secondo di questa vita e chiedo scusa al passato tutto.
Invece no (lo dico subito poi continuo a raccontare, che non voglio mica fare la suspence su questa cosa) i risultati sono arrivati ieri e la risposta è negativa. Quella malattia lì, non ce l'ho.
Sono sempre fortunato.

Però ho avuto proprio paura. Anche per questo non ho risposto alle lettere di chi mi scriveva per progetti futuri. M'ero convinto che non avrei visto i cani in giardino a settembre. Chiedo scusa a tutti per avere avuto tanta paura. Scusa sopratutto a chi (nella storia dell'uomo) ha fatto gli stessi esami ed è stato meno fortunato di me.
E scusa a chi mi è stato vicino in queste settimane e s'è ritrovato ad avere a che fare con una specie di cadavere prematuro.
Grazie a chi ha pregato Joe Pesci per me.

Ma veniamo alle cose dei vivi.
La paura fa fare autoritratti, perchè si ragiona su quel che si è, su cosa si è fatto e su cosa si doveva fare. La paura genera anche un sacco di buoni propositi, che svaniscono all'istante appena la paura s'è sconfitta. Se si è un disegnatore (o lo si era) questi processi si esplicano in disegni.


Questo è bene. Non disegnavo per disegnare da un sacco di tempo. Ci sono voluti i coniglioni neri per ridarmi la voglia. Il risultato è nullo, ma poco importa. l'importante è aver rimesso la mano sul foglio.
Di autoritratti me ne sono fatti un po', non voglio metterli tutti perchè sono brutti. Voglio mostrarvi invece  la conclusione del percorso.
Quando si comincia a farsi autoritratti si finisce con l'avvicinarsi alla verità. Quindi quello che trovate qui, è l'ultimo disegno. Quello definitivo. Quello dove indosso la cravatta.





















Infine, archiviate le lagne penose, ecco un paio di aggiornamenti:
L'ultimo terrestre, il film, si avvia verso l'inizio della lavorazione. Il terrore sale. La voglia pure.

Ci sono trattative per portare sullo schermone anche "Appunti per una storia di guerra", ma siamo agli inizi, è un segreto e ci sono di mezzo i francesi.

Da più di un mese non fumo più e quindi prima o poi potrò mettermi al lavoro sul mio romanzo "Smettere di fumare fumando". Intanto scrivo racconti brevi.
Ho smesso anche Facebook. Quasi in contemporanea. Poi ho visto il film e sono stato molto fiero di aver chiuso l'account. Ora si tratta di non riaprirlo proprio mai mai mai più.
Come con le sigarette. Ora si tratta di.

Per finire:
Ho seguito la vicenda della giornalista del corriere che ha fatto lo sciopero della fame. Ho sopratutto seguito l'onda di solidarietà digitale sul web.
Ci sarebbe da farne una bella discussione ad averne voglia. Ma credo che la cosa più importante sia stato l'aver imparato che gli squali sono mammiferi.
Ringrazio per questo.

35 commenti:

CREPASCOLO ha detto...

Mi piace molto il primo ritratto con quell'aria di ciclista attonito di fronte al microfono di un cronista. Roba anni settanta /primi anni ottanta quando Moser faceva gli spot dicendo che ''c'erano patacche grosse come medaglie '' con la stessa voce dei padrini cinesi, nei film di Cimino, che parlano con un accricchio elettronico appoggiato alla gola e spiegano ai mafiosi giovani che ''la strada è ancora lunga prima di arrivare dove l'aria è più sottile ''.
Il secondo è un'istantanea di Lovecraft, perso dentro i fatti suoi, come direbbe il signor Rossi. Spero per lui ( H.P. e non Vasco , claro ) che non vedesse davvero le creature informi che infestavano i suoi racconti. Immagino che anche il papà di Alba Chiara abbia avuto giornate popolate da mostri senza nome pronunciabile - biascica ancora oggi quando non è in guardia - ma almeno è ancora in giro e la fama e la fortuna lo hanno morso molto presto, rosicando, al contrario, solo le ossa del tizio del Necrocoso.
Se fosse vissuto oggi, il signor Love scriverebbe comics ( oggi lo fa chiunque , anche il signor Rossi ) e probabilmente lavorebbe per DC o Marvel che, negli ultimi tempi, sono tornate al mese del gorilla ed altre piacevolezze con primati.
Il terzo disegno sarebbe la copertina di un suo lavoro. Andrebbe alle conventions, sarebbe amato dai fans e non scriverebbe 35.000 lettere al suo amico Robert '' Conan '' Howard, perchè ora c'è la posta elettronica. Sarebbe forse più allegro. La vita è bella.

daniele marotta ha detto...

Lo vedi o no!?
Ora che ci hai fatto stare col buco stretto, ci devi, in cambio, un film coi controcazzi.


Giroppa.

D.

Anonimo ha detto...

La notizia migliore è che stai bene. Mi è piaciuto molto il rispetto che hai dimostrato nei confronti di chi invece quella malattia lì ce l'ha.

Non so se credi in Dio, ma forse questo è un segno che ti manda per dirti che ti vuole bene, e magari è anche un invito per cambiare il modo in cui vivi o il modo in cui guardi alle cose. Ti auguro tanta serenità e per tanto tempo.

Valerio

diego frau ha detto...

Ma ché son davvero mammiferi gli squali?, sì?



un abbraccio grande,

Dié

Gipi ha detto...

Crepascolo: hai mai visto le foto di H.P. L. vestito da bambina?

Daniele: Hai sempre ragione te. Uffa.

Valerio: Grazie per le parole buonissime.

Diego frau: Molto mammiferi gli squali. Tenerissimi quando stesi sul fianco, allattano la cucciolata. La pesciata via.

Deo ha detto...

mi ricordano gli autoritratti di egon schiele. GIPI VIVE, GIPI ESISTE!!

giulio_rincione ha detto...

mentre leggevo il post ho tremato. Minchia!- ho pensato... -Gipi no!- sono contento di come è finita e non riesco ad immaginare cosa si può provare quando la PAURA ci accompagna verso la Fine_ mi sa che devo chiudere anch'io con le sigarette... chiaramente non ti faccio commenti sui disegni perché praticamente tutto quello che fai mi piace da impazzire. Aspettando tue nuove pubblicazioni ti mando un abbraccio_

hddk ha detto...

smettere di fumare fumando essere un'ottimo metodo. basta fissare le scadenze.
se mi aggiustassi gli incisivi saremmo uguali

Alessandro ha detto...

Meno male. Ora, come dice daniele, devi fare un grande film.

Già che ci sono, visto che stai bene e che di belle parole te ne hanno già dette, vorrei farti una piccola critica: perché spesso pubblichi dei disegni e poi dici che hanno valore nullo, o scarso, e che non sono niente di che? Se davvero pensassi che fanno schifo, col cazzo che li pubblicheresti, dico io. E infatti il valore ce l'hanno sempre. Sei un grande artista, ormai lo sanno tutti. Queste manfrine possono diventare stucchevoli.

Bufi ha detto...

bello
brutto
nà merda
capolavoro
...
chissenefrega

l'importante è che tu abbia ancora la voglia di farlo
...

:^)

Tam ha detto...

Gipi non ho parole, solo un grande abbraccio e un respiro di sollievo.
I ritratti sono s t u p e n d i.
E il peggio con lo smettere di fumare è proprio il primo mese, quindi ormai è quasi fatta.
Bravo anche che hai mollato Facebook (a me era bastato il fumo e a quello non ci sono cascata).
Che dire: felice di rileggerti sollevato e un grande in bocca al lupo per il film!

KoKo ha detto...

la prossima volta che fai un post cosi' spoilera subito il finale per favore, non si fa =)
il primo disegnino mi piace assai, la sintesi del terzo pure.
Il commento di valerio m'ha fatto venire in mente questo
http://www.youtube.com/watch?v=RjJqEy4tQbw
non me ne volete =)

GiovanniMarchese ha detto...

Ma sono l'unico stolto ad aver letto, trasecolato, "Dodici coglioni neri" come titolo?
n.b. mio nonno diceva sempre che finchè hai la salute ed un paio di scarpe nuove andrà tutto bene, felicissimo che tu sia ancora dei nostri a disegnare belle cose ^___^

smoky man ha detto...

un sincero e fumoso abbraccio di Sardegna. Forte.

smoky

quasimai ha detto...

naaaaaa il terzo autoritratto non sei per niente tu. Tu la cravatta non la porteresti mai :D

Eta ha detto...

@GiovanniMarchese
Anche io avevo letto "coglioni", ma mi sono corretta subito. ;)


@Gipi
Sostengo anche io le parole di Daniele Marotta! ;)
Comunque questa è una cospirazione buona, mi pare che tutti i fumatori più accaniti che conosca stiano smettendo, hehe! :)
Un abbraccio, Gianni, non vedo l'ora di vedere quanto spaccherai il culo di nuovo.

...Ah! I ritratti sono fichissimi, però sei proprio uno screanzato indegno e traditore a farti ammuffire le mani aspettando che ti smuovano solo ricatti così tragici, eh. Mi raccomando! :P

Un altro abbraccio :)

Eta ha detto...

Un'altra cosa: dimmi che tra i disegni scartati per il post ce ne sta pure uno con i coniglioni che ti trascinano via e dimmi che hai appena casualmente deciso di mostrarcelo?
Daidaidaidaidaidai!!!

Luna. ha detto...

Non ti sembra più bella di prima, la vita?
Ora però ti tocca studiare gli anseriformi.

Anonimo ha detto...

ou, io avevo già un nodo alla gola così grosso che in realtà sarebbe giusto dire che il nodo aveva me intorno ...sia lodato Clint Eastwood :)
Comunque mi dispiace non trovarti più su face...un giorno anch'io troverò il coraggio,stammi bene.
Max

alessandra ha detto...

Un bacio grande Gipi, dal Teatrofficina di Livorno che è sempre qui resistente e fiero..quando sei in zona passa che ci fai piacere,
oh, gli autoritratti sono bellissimi!
ciao
alessandra

makkox ha detto...

la cosa dei cani in giardino.

sono felice che tu stia bene e che hai voglia.

medo ha detto...

ehi che strizza che fai pigliare eh non si fanno 'ste cose

che gli squali balena sono mammiferi si sapeva, che gli squali non sono mammiferi anche
è che la giornalista mischia tutto

ho smesso di fumare da un anno (dopo 14 anni), respiro, vivo, sento sapori e odori (di grazia non vivo vicino a mcdonaldz, friggitorie, industrie, autostrade), soprattutto non ho piu quel catarro orrendo ed ho una voce più bella e vera
e soprattutto quest'anno, ho calcolato, ho risparmiato non fumando ben 1200 €

di cui in parte erano tasse che finivano a pagare UN giorno di cellulare alla Carfagna con Bocchino per dirne una

no, pensateci............

Ciliegia. ha detto...

Fai cose belle ( tipo annotare tutte le tonalità delle foglie prime che l' Inverno ce le venga a mangiare ),
respira fortissimo.

bolormaa ha detto...

accidenti, quanto è vero: anche la paura può essere preziosa. Sono felice che non vedrai i coniglioni neri e aspetto di vedere i tuoi prossimi lavori, me li aspetto un pò più "nuovi" come i ritratti (belli)
un abbraccio forte

LUIGI BICCO ha detto...

Che bello!!!
Hai smesso di fumare, Maestro. Resisti, resisti.

Non vedo l'ora di leggere
"Smettere di fumare fumando":)

Gipi ha detto...

@Alessandro, mi dispiace che il mio darmi della nullità ti suoni male. Non posso farci nulla.
Da mesi non disegno come si deve. Questi lavori sono un piccolissimo passo per cercare di tornare a camminare, ma dovrei fare molto molto meglio.
Ci sono stati disegni dei quali sono stato fiero. Non sono questi, non ancora.

@Eta: No, i coniglioni non li disegnai. Però mi ricordo un'illustrazione del libro fiaba di Pinocchio di quando ero piccino che spaccava. C'erano, appunto, i coniglioni neri. Non ho voluto misurarmi con tanto talento.

@Alessandra.
La maglia del TOR campeggia sui nostri toraci risicati!

@Makkox: gracias :)

@Medo, No no, neppure i Balena sono mammiferi!: Le balene lo sono, ma gli squali balena no :)

gip76 ha detto...

I coniglioni neri serbali per farli con le olive, vai, è meglio!!

sara ha detto...

mi hai fatto venire in mente vollmann che ai dodici coniglioni neri (nello specifico coniglioni che arrivano con fucili o lame) ha dedicato un saggio di 900 pagine.
cito: "La morte diventa conoscibile, forse, solo nel momento in cui si muore. Per conoscerla, allora, avviciniamoci a quel preciso momento, all'attimo terrificante in cui ti stanno sparando e tu, dimentico del fatto che la tua vita non è perfetta, non desideri altro che vivere, sudare e aver sete ancora per un po'; prometti che amerai sempre la vita, se riuscirai a conservarla."

Anonimo ha detto...

Sei bravissimo.

Anonimo ha detto...

storie disegni e appunti bellissimi, grazie gipi che ti dai sempre così bene

Arte Mi Sia ha detto...

Ciao Gipi, in effetti ci ero rimasta molto male a non vederti più su facebook e pensavo che mi avessi esclusa dai tuoi amici perchè davvero non ci si conosce e in più non conto una mela.
Oggi ho letto il tuo blog e mi sorprende sempre tanto che quello che dici mi sia sempre così tanto "vicino"... Respiro cose conosciute.
Son contenta che stai bene.
Son contenta quando vedo i disegni e capisco meglio che sono viva.

Alessandro ha detto...

"Grazie a chi ha pregato Joe Pesci per me."
George Carlin ? ;-)

Gipi ha detto...

@Alessandro: Lui.

yemek tarifleri resimli ha detto...

kayıp izle izmir çetesi dizisi canan izle sürgün izle canan dizisi izmir çetesi izle bordo bereli izle derin sular dizisi derin sular izle sırat izle ezel final izle cennetin sırları izle yolun başı izle sırat dizisi film izle kaç para dizi izle iffet hanımın çiftliği final izle

borsa ha detto...

Was quite a nice article,
Constantly trying to follow your blog is really very nice
my sites :
Altın Fiyatları 2012
Diyet listesi
Tefal
Tivibu
Uydunet
Teledünya