luglio 10, 2011

Il film, il nome

Ho cenato con un amico autore di fumetti molto intelligente e famoso. 
Mi ha espresso le sue perplessità sulla scelta di firmare il film con il mio nome (quasi) vero. 
Non conoscendo le motivazioni della scelta aveva pensato ad uno sguardo di superiorità verso il mondo del fumetto ed il nome che ho usato fino ad ora per le storie. 
Comprensibile. 
Però, a scanso di equivoci, e sempre ammesso che a qualcuno possa importare, il motivo per il quale ho scelto di usare il mio nome (quasi) vero è che fu mio padre a regalarmi la prima super 8 e la prima centralina di montaggio, di quelle con la taglierina e lo scotch. Ero piccolo. 
Pacinotti è il nome suo e credo che a lui farà piacere, dal posto in prima fila che si è conquistato, vedere il suo nome (che poi è per caso pure il mio) sullo schermo del cinema. 
Questo è il motivo. Ai fumetti voglio bene adesso quanto ne volevo prima. Forse ne farò ancora. 
Forse no. Ma lo stesso vale per i film e per la ginnastica.

Nota:
Il teaser che vedete qui sopra non è un vero teaser. E' stato confezionato quando ero alla metà del montaggio. Mancava ancora tutto. Va detto.

46 commenti:

Anonimo ha detto...

E' una bomba!

Ma. ha detto...

ganzata!

ciorven ha detto...

poi come regista Gipi non suona bene. senza esagerare con gli svolazzi di uno che si chiama spudoratamente Francoise o Bertrand (con tanto di altrettanco cognome dopi) ci vuole un nome e cognome. noi alcolisti con nome e cognome ti appoggiamo in ciò. Certo se si pensava di far vedere il film solo agli aficionados andava anche meglio Gipi, ma mi sa che alla Fandango hanno altre aspettative (chissà che palle con "aspettative" questi giorni)

Mauro Padovani ha detto...

Promette molto bene!

Angelo ha detto...

a Dorgali (Nu) lo porteranno all'Ariston o al parrocchiale?

grazie

Anonimo ha detto...

i fumetti ne farai quando ti accorgerai che ti mancano, sempre che nel frattempo non ti dimentichi come si fanno.

andy

Anonimo ha detto...

Sarebbe bello se tutti apprezzassero le cose al di là dai nomi che le sottoscrivono. Ci sarebbe il "bello" e il "brutto". E poi, a margine, ci sarebbero i mercati. Ho di molto condiviso la tua scelta, indipendentemente dalle motivazioni più personali. Roberto (Monfalcone)

Watanabe ha detto...

Ho una gran voglia di vederlo.
Per favore però non smettere con i fumetti, sarebbe un peccato non poter leggere più niente di tuo.
Chiaramente una volta visto il film potrei anche dire: ti prego non smettere con il cinema.

LUIGI BICCO ha detto...

Sembra davvero interessante. Ho letto il libro di Monti e sono curioso di capire quanto della distopia delle sue storie c'è nel film. Ma a giudicare dalle immagini, promette bene.

Gianni Pacinotti invece di Gipi? Hai fatto bene. Forse, giustamente, vuoi creare un distacco tra la tua produzione a fumetti e quella cinematografica (è evidente che nel cinema ci vuoi rimanere).

Spero in ogni caso che tu non smetta di fare fumetti. Ma mi rendo conto che è una speranza da egoisti.

GiovanniMarchese ha detto...

Bello! Vien voglia di vederlo subito. E cmq sul firmare la pellicola con nome e cognome anagrafici fai benissimo, è una bella cosa considerato il motivo, l'importante sarà firmare con nome e cognome poi allo stesso modo i tuoi fumetti futuri, perchè altrimenti ti succederà come a quello che ha girato parecchie pellicole di successo sotto pseudonimo e poi quando s'è messo a fare fumetti inseguendo il sogno di quand'era bambino non se l'è filato nessuno. :D In bocca al lupo!

CREPASCOLO ha detto...

La ginnastica fa male: ricordo il ''ben gli sta ! '' di Mastroianni all'indirizzo dell'inventore del jogging stecchito da un infarto durante la sua corsetta quotidiana.
I fumetti - se non sono di nicotina - allungano la vita: Fergal, uno dei papà di Zagor, lo disegna da 50 anni e ieri sera è saltato con il paracadute nel centro della Sagra del Braccio di Ferro Medievale della Presolana dove ha sbaragliato tutti gli avversari, sospendendo i loro avambracci a pochi mm ( pagine ? ) dai tini ripieni di olio bollente.
Un cartoonist torna al fumetto se il suo film come regista è stato un flop ( vedi Frank Miller dopo Ronin ).
Ho visto il teaser e basta lo chassis del protagonista - il Richard Kiel/Squalo in Bond incontra Nik Novecento - per farmi capire che la pellicola incasserà poco meno di Avatar. Temo che non avremo un La Mia Vita Disegnata Come Uno Storyboard da Kubrick. Pazienza.

m. ha detto...

ohmammamiailcanna!

hzkk ha detto...

quanti sono ?

dr.nick ha detto...

giusto così per banale curiosità, ma nelle musiche c'è pure lo zampino tuo o se ne occupa qualcun altro?

Eta ha detto...

Ed ecco soddisfatta la curiosità dei miei amici special-effects addicted riguardo l'aspetto che avrebbe avuto l'alienuzzo. E io che credevo sarebbe stata una sorpresa non da teaser/trailer.
Anyway, curiosità a fiotti!
Ancora date da sussurrarsi niente eh?
Uff. :P

AKAb ha detto...

fischiano l'orecchie

estebans ha detto...

forse ci vuole più coraggio a firmarlo pacinotti che gipi.

gipi è garanzia di un know-how di creatività e di un investimento alla cieca almeno almeno su chi i fumetti di gipi li ha letti.

pacinotti al massimo se lo filano i fighetti che alle invasioni barbariche si son dati appuntamento virtuale per guardarselo o che hanno colto il birignao della bignardi dire gianni pacinotti, in arte gipi, unodeipiùgrandiautorimondialidelfumettoetc.

firmarlo gipi sarebbe stato una furbata.

firmarlo pacinotti un rischio.

la curiosità è sapere se la produzione ha spinto per gipi e gianni ha spinto per pacinotti, con le motivazioni crepuscolari e sincere che ha scritto qui, o se gianni ha proposto gipi e la produzione per diversificare –e creare l’effetto novità outsider etc- ha spinto per pacinotti.

l’unico rischio è che a parlare di ufo in italia si crei un’aspettativa da film di cartone ed elastici, un po’ dario argento che oramai qualsiasi cosa faccia è una cagata che ispira malinconia ed irritazione.

ma.

la scelta di gipi di indossare il cognome-cappotto-papà ha lo stesso senso, credo, del gipi che pian piano si spoglia dei cazziculofiga delle (bellissime) storie di blue per andare a scorticare altre pupille con i suoi ometti scarabocchio (è un complimento, gli mangi la carne intorno ai tuoi personaggi e ne fai scheletri di fil di ferro e cartapesta sensibile) con storie più intime, dirette e altre.

senza rinnegare nulla.

il paradosso è che adesso gianni pacinotti (nome) è l’avatar di gipi.

le pieghe da faccia di delinquente ai lati della bocca di giannipacinottigipi sono le stimmate di una sincerità quasi pasoliniana, credo, e il sorriso sghembo a denti pazzi che gli sortisce di tanto in tanto da dietro le labbra mette la firma sotto un patto di fiducia che, personalmente, sottoscrivo.

este

ausonia ha detto...

dopo le quasi lombrosiane considerazioni di estebans, mi dico che ci abbiamo pensato tutti a questa cosa del nome, perché ti si vuole bene e gipi è pure un nomignolo buffo. mi è sempre piaciuto.

a me che frega poco del mondo-fumetto e delle sue fisime da ghetto che si impermalosisce per un non nulla, dico che i nomi non significano niente. ti potevi fiLmare anche "gian alfonso pacinotti" che è il tuo nome (vero).

spero solo (e tanto) che sia un buon film. questo sì.

FronzA ha detto...

quand'è che fuoriesce?

Ora come ora ha detto...

Non lo dico.
Però:
2383 > 576
ci sta cinque volte dentro.
E ho preso il max.
I numeri sono importanti
e sul tubo parlano chiaro.

Non l'ho detto.
Bum!

Teo Cato ha detto...

E' una meraviglia!!!

Luigi ha detto...

Aspetto di vederlo al cinema...

Anonimo ha detto...

Ma ci manca solo che ti devi giustificare per il nome che usi!
E poi, in questo modo, si potrebbe organizzare un video in cui il fumettista Gipi intervista il regista Gianni Pacinotti (magari il regista dice che odia il medium fumetto; il fumettista che odia la spocchia del regista, e si finisce con una finta rissa :-)).
In bocca al lupo per il film.
andrea barbieri

Cawarfidae ha detto...

Ci piace assai. Viva i papà e le feste del papà e viva i film firmati. "sempre con te maestro!"

Anonimo ha detto...

Caro Crepascolo, ma che cosa c'entra Frank Miller dopo Ronin? Caso mai il flop è stato con Spirit, anni luce dopo il fumetto Ronin, che nulla ha a che spartire con il film di Frankenheimer. Informarsi please, prima di spararle grosse!

Suppir

Anonimo ha detto...

per Crepascolo .. "incassera' poco meno di Avatar"???

pura fantascienza. la tua predizione non il film di Cameron.

sburk ha detto...

anche ilcanna appare col suo nome (quasi) vero?

Anonimo ha detto...

Fonts non vanno bene.

m. ha detto...

non posso che concordare
i/le fonts sono tutto (o quasi)

Gipi ha detto...

Qualche risposta, al volo, dal tavolino di un bar di Roma sud.

@ Dr. Nick:
Nelle musiche c'è un mio zampino invisibile.

@Eta:
Date precise, nessuna. Dovrebbe uscire entro quest'anno, comunque.

@Estebans:
La produzione mi ha lasciato scegliere, sulla questione del nome. Però quando ho detto Gianni Pacinotti quelli dell'ufficio stampa sono sbiancati :)
Il capo no. Lui ha capito subito e anzi, questa cosa se l'era pensata pure lui.

Per quanto riguarda ufo e alieni, sì, esiste il rischio che il pubblico pensi ad un film di fantascienza, mentre la presenza degli alieni è davvero solo un pretesto. Spero che questo si capisca dalla visione. Al momento, nei test e nelle proiezioni fatte, pare di si.

@Crepascolo:
Visto che il film è costato un miliardesimo di avatar, ci accontenteremo di un miliardesimo + 1 di spettatori.

@Sburk:
Il canna apparirà con il suo nome vero. Almeno, che io sappia.

@Anonimo:
Fonts, immagini, manifesto, teaser, tutto provvisorio. poi ci ragioniamo seriamente.

Grazie a tutti :)

cacioman ha detto...

Grande!

Edoardo ha detto...

Adoro i tuoi fumetti, ma mi fido del tuo "essere artista" (tra l'altro con i fumetti eri arrivato a un punto di non ritorno, che in qualche modo "negava" - o stravolgeva, distruggeva - il disegno).
Sul film: dal teaser non si può dire molto, ma la luce bianca dietro la porta è fantastica.
E insomma, si aspetta ;)
Edo p.

cooksappe ha detto...

non vedo l'ora che esca! ^^

KoKo ha detto...

il protagonista è un grande.
vedi di aspettare che mi si aggiusti la gamba per farlo uscire, ce ne avro' per un bel po' ancora =)

Anonimo ha detto...

e daje ! in prima fila per me

Anonimo ha detto...

gipi, mereghetti (la bibbia) ne dice un gran bene....
Tutti al cinema!

butred77 ha detto...

Quando inizierai a fare musica d'autore ti farai chiamerai John Peacenot... ;-)

Finello ha detto...

Ieri ho visto il film, molto particolare, con una regia "diversa" ti lascia spiazzato e genera forti emozioni. Non sono più abituato ai silenzi e questo è un male.
La cosa che mi fa un po' ridere è che durante la proiezione (19.50) c'eravamo sono io e mia moglie... gli ultimi terrestri.

Chiara (il gatto) ha detto...

Non so come sia il film, ma il sarto che ha abbigliato il regista Pacinotti è un artista che merita il Leone di Velluto(notevoli anche le scarpe, lucidisssime). Camicia perfetta, pure. Insomma, piuttosto figo.

Anonimo ha detto...

Bravo Gipi, il tuo film è una bella combinazione di umorismo e dramma. Il protagonista non l'ho mai visto prima (con la sua faccia da fatto quotidiano e non nel senso del giornale), ma la sua interpretazione è efficace. Poi c'è Roberto Herlitzka sempre otttimo.
Che altro dire? Film divertente e ben realizzato, peccato per la soluzione un po' manichea sugli extra terrestri.
Raul C.

Bandito ha detto...

ieri sera ho visto il film!!! una vera rivelazione l'amico Canna Spinelli, sono entrato nella storia nonostante volessi uscire dal cinema caldo come un forno perchè privo di aria condizionata!!!
grazie della bella storia raccontata ed interpretata magnificamente!

billie ha detto...

mi stavo chiedendo quando uscira' il film? cioe' il dvd visto che vivo all'estero.. grazie ciao!

IVAN ha detto...

Ciao Gianni, con il tuo lavoro darai una nuova rotta del cinema italiano e cambierai tanti italiani in meglio!
Complimenti per l'incredibile e perseverante lavoro che porti avanti con tenacia da tempo!!!
I v a n

masterofcazzeggio ha detto...

bello. era da parecchio che non vedevo un film cosi diverso. mi è piaciuto

Anonimo ha detto...

Ho appena visto il film in streaming. È molto carino e all'inizio prende tantissimo. Mi è piaciuto molto. La sensazione che si ha però è che sia incompiuto. È tutto raccontato molto molto bene, sfumature, significati, morale, è tutto equilibrato. Solo che sono cose che non vanno a costruire il finale che si meritava.

L'unica cosa che mi è venuta in mente è che magari svilupparlo del tutto l'avrebbe mandato fuori budget. Far vedere altri alieni, introdurre personaggi, non è un climax preciso. Si smoscia alla fine.

Così, per dire. Comunque i presupposti per essere un regista ci sono tutti.

Anonimo ha detto...

Comunque il Cast... Che cazzo di facce che hai trovato! Fantastico!