dicembre 07, 2008

Per ringraziare

Sono tornato da Milano con dei giramenti di testa fortissimi. Per la strada, alla chiesa di Sant'Ambrogio, dopo aver visitato il santo mummificato e aver represso (a malapena) una crisi di riso irrefrenabile davanti a quei poveri piedini di mummia caramellata, ha cominciato a girarmi forte la testa.
Era un segno? O forse la normale divina reazione alla mia blasfemia ?
Però avevo pure un "nuovo testamento" rubato dall'hotel , che mi sono letto a voce alta sul vagone del ritorno, facendo la figura del fanatico religioso. Non credo che sia stata la blasfemia, credo che sia stata la tensione. La tensione che si allentava, unita al freddo di Milano e alle tredici fette di pane arrostito mangiate a colazione, nell'albergo.

Una famiglia, padre madre e figlio grande, mi ha riconosciuto alla stazione e mi ha salutato e sorriso come se ci conoscessimo.
Capisco come funziona, era successo lo stesso a me con il signor Crozza, sempre all'hotel. Gli avevo sorriso come dire "ciao Crozza, come va? Ci prendiamo un taxi insieme?". Ma lui, chiaramente ignorava chi potessi essere. Io conoscevo lui. lui non conosceva me.
Televisione. Normali effetti collaterali della notorietà televisiva.

A Roma, entro nel palazzo della mia fidanzata. Andiamo verso l'ascensore, che in quel momento sta scendendo.
Ci fermiamo, aspettiamo, le porte si aprono.
Una ragazza mai vista prima con un bel cane giallino (mai visto prima) mi fa una risata sul viso.
Si, sono quello di ieri sera alle invasioni barbariche.
Mi fa proprio una bella risata, come se ci conoscessimo e le avessi fatto una battuta venuta bene.

La mia mamma ha ricevuto telefonate dai parenti.
Pare che io sia molto cambiato, da quando passavo le giornate alle panchine e facevo scuotere la testa a chiunque osasse immaginare una mia crescita. Le dicono cose così.

Insomma, potenza della televisione.

E poi c'è oggi, il giorno in cui scrivo. Che apre una settimana in cui dovrò fare 12 illustrazioni per Internazionale (facciamo un calendario buffo, ne parlerò più avanti) e un lavoro grosso per La Repubblica.
E poi ci sono i disegni da fare per il mio poeta preferito, Guido Catalano, e preparare lo spettacolo per venerdi sera, a Torino, al Circolo dei lettori.

Insomma, considerando che ho tempo fino a giovedi sera per fare tutto ciò, sono murato al tavolo da disegno mentre vorrei andare per strada a fare il galletto che viene riconosciuto (e menato, forse) dagli sconosciuti.

E ci sono tutti questi messaggi.
Io di solito rispondo a tutti, o quasi, ma questi sono davvero troppi.
Quindi metto un grazie grande, a tutti quelli che si sono avvicinati al mio lavoro, dopo la trasmissione.

Il libro si trova con difficoltà, lo so.
Le copie se ne sono andate in fretta.
E' bene. E' male, pure.
Però, chi lo vuole subito, può trovarlo sul sito di Internazionale (Fusi Orari)
e sulle pagine di Coconino Press. E' ordinabile con acquisto via web, da entrambi gli editori.

E per finire devo spendere qualche parola per le persone che mi hanno accolto a Milano.
A partire dall'amico Luca, che ogni giorno di più mi si fa fratello interiore, a Daria Bignardi, che fu bravissima a condurre l'intervista.
Perchè poi magari non tutti lo sanno, ma per fare una bella intervista, per dire cose non idiote al cento per cento, occorre che l'intervistatore ci guidi. Bisogna che sugli occhi di chi pone la domanda traspaia un interesse reale, non un insofferenza in attesa del prossimo blocco pubblicitario e che le domande siano intelligenti, altrimenti si è fregati.

E lei, la conduttrice Daria Bignardi, è stata davvero brava. la ringrazio qui, visto che l'ho potuto fare solo di corsa, allo studio.
E poi tutti quanti, i tecnici, le truccatrici, l'assistente di studio. Sono stati tutti molto gentili.
Io mi sono divertito molto. Anche se stavo per svenire al momento del conto alla rovescia prima di andare in onda.
Ma ne riparlerò meglio più avanti.

E grazie a Valeria. E a mia sorella Annalisa, che tanto mi fece riflettere.

Bene. Basta sdolcinamenti.
Ora devo ingobbirmi al tavolo, che i discorsi li porta via al vento.. e non ce la farò mai a finire per tempo.
Poi vi racconto meglio.
L'intervista, per chi non l'ha intravista, la metto qui:

164 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono un vecchio appassionato di fumetti, dagli americani degli anni 30, agli autori italiani anni 60 Pratt,Battaglia,Magnus,Micheluzzi,Toppi ecc....Ho letto le tue ultime graphic novel e a Lucca del 2006 e 2008 mi hai fatto due bellissime dediche che ho messo sul mio sito Comucartfans per appassionati di tavole originali.Ho ascoltato la tua intervista su LA7 e devo dire che mi sono emozionato.Sei veramente un grande.Grazie.
Massimo

Anonimo ha detto...

Errata corrige.
Il sito è comicartfans e le due dediche sono:
la prima sul libro "Appunti per..."
la seconda sul libro "LMVDM", un bellissimo pirata.A proposito potresti spiegare meglio(cosa che non ti ha chiesto la Bignardi)il rapporto tra il sogno a colori dei pirati e la tua storia personale?
Grazie ancora.
Massimo

aldo ha detto...

tra le interviste più belle tra quelle fatte dalla bignardi (che è l'unica che apprezzo alla tele) al pari di antonio rezza, mauro corona e tricarico.
ci avete fatto focalizzare uno "sguardo altro" sulla realtà (che poi tanto idilliaca non lo è affatto, come vogliono propinarci e farci intandere).
trovo le tue tavole a colori molto belle, ma il libro che hai presentato è im bn ?
grazie ancora per averci emozionato.

ILPIACERE ha detto...

Mi associo ad ALDO, è stata una dell'interviste più belle della Bignardi ed era un piacere starti a sentire.

Maria ha detto...

Ne sono rimasta rapita, certa gente, , mi fa pensare che il mondo non è senza speranza, se persone belle come te riescono a farcela e ad inviare un messaggio forte. Non so se bastano così poche e rare personalità, di certo la loro presenza mi fa riconciliare con il mondo. Grazie.

marissa ha detto...

I° impressione: ma che faccia strana e spigolosa e sgualcita quello lì, speriamo non sia un ramaro come il corona.
II° impressione: però, molto intensa quella faccia e interessante quello che dice.
finale di trasmissione: mi sono innamorata di quell'uomo!
baci

jacopo ha detto...

sei un gallo, gipi!!! we love you!!!

collettore3 ha detto...

ti "hai " mangiato l' anima della tivì.....micacakki


ciao


alfonso

Anonimo ha detto...

sono quella del cane (non quella del cane giallo, l'altra). vabbè, grazie a te. ora mi sono documentata. quindi doppiamente grazie per la tua sensibilità e (ora) piacere di conoscerti.

Manuela ha detto...

Sono una di quelle che ha visto l'intervista e ti ha "scoperto" che poi eri coperto che col frech milanese e' meglio.
Intervista deliziosa, molto simpatica e interessante, per me completamente digiuna dal tuo mondo.
D'ora in poi, mi faro' una Qultura! ù
Buon ingobbimento lavorativo!

Anonimo ha detto...

bella l'intervista
sembravi un bimbo al suo primo giorno di scuola. tenero e ingenuo.

capisco benissimo il discorso che hai fatto sul PAZ, perchè TU, insieme ad altri disegnatori che amo, mi dai la forza per intraprendere questo faticoso e splendido mestire.(se avrò bisogno di consigli...magari in un tuo corso di fumetto?)
grazie
laura

Anonimo ha detto...

huauhuahuahauhauhauahuahuahau ti piace questa sensazione,ti piace essere riconosciuto eh? =) non so perchè ma rido un sacco quando leggo quello che scrivi forse perchè immagino le scene che racconti
Elsa

Alihai ha detto...

Ieri in due note librerie di firenze ho assistito ad una scena mai vista...

Un signore che va alla cassa e chiede di LMVDM. la cassiera risponde che è finito. Lui le chiede se hanno altri lavori di Gipi. Lei le vende Esterno Notte.

e fin qui tutto ok...

Il fatto che mi ha quasi commosso è stato che questa scena si è ripetuta altre 5 o 6 volte con signori/e diversi/e!
E questo nell'arco di una decina di minuti.
I negozianti erano nel panico data tutta la richiesta...

Io non ho mai visto così tanta gente interessata al fumetto in Italia... sono rimasto veramente colpito (e speranzoso, da aspirante fumettista)...

che sia cambiato qualcosa?

Giacomo ha detto...

Ciao Gipi, mi piace molto come sei riuscito a creare una tua scrittura nel disegno. Sembra che tu scrivi disegnando e disegni scrivendo.
L'intervista è interessante e dà una grande motivazione.
Grazie!
Giacomo.

marilina ha detto...

in effetti sembravi il tuo fratello maggiore. ma è giusto così.....e forse era anche il posto giusto per smettere definitivamwente di avere tensioni....
spigloso? a me mi sei sembrato un po' ingrassato invece...ma di quella ingrassatura che la pace dà.

TrenoVolante ha detto...

Non conosco i fumetti in maniera approfondita, ma ho in vita mia incontrato persone appassionate di fumetti che mi hanno influenzato senza dire nulla: senza convincermi.
La tua intervista, trovato caso facendo zapping a casa di un amico, ci ha rimasti tutti a bocca a aperta. Ci hai emozionato, perché a differenza della solita televisione, ci raccontavi qualcosa di vero, tuo, personale. GRAZIE per questa condivisione. Grazie di cuore. Francesco, Diana, Massimo e Antonella.

marcello murru ha detto...

grazie signor Gipi.
marcello

Giulia Sagramola ha detto...

Uh Gipi, che bella l'intervista,c he ebllo tutto questo interesse che ha scatenato il tuo libro...
sono contenta per te, sono contetna anche per cosa rappresenti, per il fumetto in generale.. che bello, non riesco a dire altro :)

PIERLamadonna! ha detto...

il potere della tv: sabato mattina, poche ore dopo la tua intervista, melbook store in via nazionale ha terminato tutte le copie di LMVDM, prima di mezzogiorno! rimane soltanto una copia di S! incredibile, no? bello. sono contento. ciao gipi

KoKo ha detto...

io la conosco quella sensazione! mi succede sempre quando vedo uno sconosciuto che mi sorride amorevolmente, poi mi giro e vedo che c'e' un altro che sorride amorevolmente alle mie spalle.

spesso rischio di rimanere schiacciato, estraneo in abbracci amorevoli =)

secondo me hai fatto un figurone in tv, è raro vedere persone sincere ed oneste. e guarda quanta gente qua, quasi quasi sono geloso.

rimani nella nicchia, che si sta piu' caldi! =)

oh,
scherzo eh =)

BaudelaireDaughter ha detto...

Io non ti conosco, ma ora voglio saperne di più: ti leggerò.

E grazie. ^_^

Anonimo ha detto...

Ti ho visto grazie a una persona che mi aveva segnalato l'intervista!
Conoscevo Gipi, ma non te!
eheheh
Mi hai colpito in tanti aspetti, per i tuoi racconti, per le tue espressioni, di un uomo bambino che si scopre all'inverosimile, ed è capace di raccontare tante cose di sè, anche quelle che la società ci impone di tenere per noi!
Mi hai colpito come uomo, non dubito delle tue qualità professionali, ma mi sono soffermata sull'immagine interiore che hai saputo dare di te...
COn gli occhi puliti
Ciao frà

frada79@hotmail.it

smilepie ha detto...

24 minuti da divorare, grazie per l'intensità che sei riuscito a trasmettere.
Ci vedrei bene Paolini su un palco con alle spalle i tuoi disegni che scorrono, mentre si lancia in un monologo sulla tua vita... Ti piacerebbe come idea?
Se posso, non ho gradito per nulla, Bignardi che mentre gli raccontavi della famosa colazione-baguette-arrabbiatura, ti ha risposto ridendo: "Va beh ma è una cosa molto banale, come sei sensibile". Vera maleducata, come del resto le altre 2 commensali.
La buona educazione, come le gentilezze, non sono per tutti.
Un saluto.
Smilepie

amalteo ha detto...

caro gipi
il tuo inciso sulla bravura della bignardi nel condurre lìintervista dimostra la qualità della tua personalità nel riconoscere i valori altrui.
tuttavia l'intervista ha funzionato perchè tu sei capace di guardarti dentro e di mettere passione nel presentarti all'esterno.
è con questo spirito che leggerò i tuoi libri
ti auguro buoni giorni

Stefano Meazza ha detto...

Grazie Gipi per star dando nuova forza al fumetto italiano.
Ora voglio sapere dei tuoi progetti futuri che accennavi su scuola di fumetto ;)

trabeoscopio ha detto...

bellissima intervista, però da questo video sono stati tagliati gli ultimi istanti, quelli in cui sembrava che tu non sapessi da che parte uscire.
(e complimenti per LMVDM!)

Anonimo ha detto...

Mi chiamo Eva e sono tra quelle persone che non ti conoscevano affatto. Dopo averti visto nelle "Invasioni barbariche" ho visitato questo tuo sito e poi mi sono trasferita su Youtube.
"L'opinionista" l'ho visto forse cinque volte... forse sei. Si, sei...sei una rarità: te stesso, il tuo stesso fumetto, il fumo di tuo fumo. Fummo...felici di vederti.
Eva

ciorven ha detto...

Ho scoperto Hugo Pratt nel 1967 con il mitico (aggettivo che qui ci sta bene) Sgt. Kirk del grandissimo (come sopra) Ivaldi. Anni dopo (parecchi) quando Pratt diventò famoso in Francia e di riflesso in Italia mi sentivo un po' derubato del tesoro della mia scoperta, tutti che ne parlavano(cosa nuova per l'epoca, anche moltissime ragazze). Però presto mi resi conto che bastava un pochino entrare nel merito per capire che magari i libri li compravano anche e forse leggiucchiavano, ma non ne venivano rapiti, date le loro testoline dividiorecchie. Per cui domandavo sempre: qual'è il cognome di Pandora? E nessuno sapeva rispondere. Non hai letto La Ballata, hai letto un Harmony, altrimenti quel cognome non te lo scorderesti mai più!
Ora con Giannino pensavo stesse succedendo un po' lo stesso. Ho fatto diffusione militante dei suoi libri, ma pensavo che pochi ne cogliessero il nervo sciatico scoperto come (beata megalomania) pensavo di fare io. Così ho regalato tre copie di LMVDM (prese a Lucca) a tre persone diverse. Riparlandoci dopo qualche giorno tutti l'avevano letto e anzi avevano afferrato alcune cose che a me (ipnotizzato dai disegni) erano sfuggite. Accidenti.
Ieri sera perfidamente a una delle tre persone ho chiesto "come si chiama la pomata" risposta: "Inutilene, è ovvio"...
Accidenti.

jester24 ha detto...

sei il più grande

marilina ha detto...

Pandora Groovesnore, Anna nella giungla, Luca Zane.... :-)

Guido ha detto...

E' stato un piacere conoscerti, sarà un piacere seguirti...se ti mando una foto e m'incontri, ci sorridiamo? Ciao.:))))

Chaos ha detto...

Bello vedere come tanti animi gentili commentino la tua "apparizione". Rincuora sapere che ci siete la fuori. (tutti gipi e gli altri)
Grazie

Anonimo ha detto...

GRANDE!!!!!


Ivan

Anonimo ha detto...

Guardo poco la Tv, ma guardo volentieri la Bignardi.
Non ti conoscevo e ti ho ascoltato per curiosità.
Non ho nemmeno mai scritto in un blog perchè, pur vivendo di computer, ho il pudore proprio delle generazioni antiche.
Ora scrivo per dirti che mi sono follemente innamorata di te.

Anonimo ha detto...

ma a Milano nessuna lettura di LMVDM?

sergio ponchione ha detto...

Ciao Gipi, sinceri complimenti per l'invasione barbarica e naturalmente per il libro, che con cronico ritardo ho finalmente letto. Ma a parte io, te e forse pochi altri, quanti sanno chi è Bobby Brown? ;)
Un abbraccio

sergio ponchione ha detto...

Vabbè, da parte di Frank Zappa ve lo presento:

"Hey there, people, I'm Bobby Brown
They say I'm the cutest boy in town
My car is fast, my teeth is shiney
I tell all the girls they can kiss my heinie
Here I am at a famous school
I'm dressin' sharp 'n' I'm
actin' cool
I got a cheerleader here wants to help with my paper
Let her do all the work 'n' maybe later I'll rape her

Oh God I am the American dream
I do not think I'm too extreme
An' I'm a handsome sonofabit*h
I'm gonna get a good job 'n' be real rich

get a good
get a good
get a good
get a good job

Women's Liberation
Came creepin' across the nation
I tell you people I was not ready
When I f**ked this dyke by the name of Freddie
She made a little speech then,
Aw, she tried to make me say "when"
She had my balls in a vice, but she left the dick
I guess it's still hooked on, but now it shoots too quick

Oh God I am the American dream
But now I smell like Vaseline
An' I'm a miserable sonofabit*h
Am I a boy or a lady...I don't know which

I wonder wonder
wonder wonder

So I went out 'n' bought me a leisure suit
I jingle my change, but I'm still kinda cute
Got a job doin' radio promo
An' none of the jocks can even tell I'm a homo
Eventually me 'n' a friend
Sorta drifted along into S&M
I can take about an hour on the tower of power
'Long as I gets a little golden shower

Oh God I am the American dream
With a spindle up my butt till it makes me scream
An' I'll do anything to get ahead
I lay awake nights sayin', "Thank you, Fred!"
Oh God, oh God, I'm so fantastic!
Thanks to Freddie, I'm a sexual spastic
And my name is Bobby Brown
Watch me now, I'm goin down,
And my name is Bobby Brown
Watch me now, I'm goin down..."

Gipi ha detto...

Grazie Sergio, Dio (cioè F.Z.) ti benedica :)

PopArtDejaVu ha detto...

Beh, Gipi, forse non te ne accorgevi, ma 'ste cose ti capitavano anche prima. Ti incrociavo (salutandoti) all'ingresso del palazzo dove abito. Magari andavi dal dentista. Ora hai cambiato città, avrai cambiato anche dentista...

Buddy Fox ha detto...

Ciao Gipi,
posso darti del tu?
Ammetto che prima di venerdì sera non ti conoscevo. Ignoranza mia.
Appena vista la presentazione, grazie alla mia curiosità ho pensato: "questo personaggio non lo conosco, ma lo voglio ascoltare".
Mi sei piaciuto, mi sono "innamorato di te", perchè sento di assomigliarti molto, e soprattutto mi è piaciuta la tua spontaneità, oltre alla tua infinità sensibilità. Questo è quello che io ho percepito.
Anch'io ho un blog, tra i miei sogni nel cassetto c'è quello del giornalismo, anche se la strada è in salitissima, io ci provo.
Faccio un lavoro, dove la sensibilità non solo non esiste, ma è respinta, sono un operatore di borsa, eppure, io vivo di sensibilità, immaginazione, altruismo e speranza verso il prossimo.
Vivo quello che faccio con cuore e passione, e dopo averti visto venerdì sono contento che esista un'altra persona così, cioè tu...
Mi ha molto colpito l'esempio della baguette, anch'io ci sarei rimasto molto male, e quel passaggio del "non capivo perchè ero in quel posto con persone con cui non volevo stare"...

Spero che tu abbia il tempo di leggere tutti i commenti, appena possibile linkerò il tuo blog nel mio.
ps. questo link potrà farti capire come sono fatto: http://trafficantevolpino.blogspot.com/2008_12_01_archive.html#2580242150531957546
ciao
Bud Fox

Thomas Magnum ha detto...

Prima eri il mio preferito.
Ora, dopo la TV sei il mio venduto/fasullo!/omm'e'mmerd preferito.

Bella intervista. Quella cosa della valenza politica nella sorte dei ragazzi mi ha scosso di brutto.
Come sempre. Accidenti a te.

PS: (continuo dalle mail di facebook) Mi sono attivato, a breve avrai news, spero ottime.

Fabrizio

flaviano ha detto...

ciao gipi!
ma visto che sono di torino, se vengo al circolo dei lettori me lo fai un disegnazzo sulla mia copia di lmvdm o ti rompi il cazzo perche saranno in 4000 a chiedertelo?
vabbè io comunque vengo poi si vedrà!
perchè a te la bignardi non t'ha offerto la birra come fa di solito?

davide ha detto...

Bravissimo. Continua così.

Davide

sparidinchiostro ha detto...

C'è questo problema del magnetismo bestia e della presenza scenica.

Ero a casa di amici e li ho costretti alle invasioni barbariche. Loro che non guardano la tv.
Appena ti hanno visto nelle foto apparse prima della pubblicità, le signore non si sono spesa in complimenti per la tua prestanza fisica.
Appena sei entrato nello studio e - incasinatissimo - hai iniziato a cercare di capire dove sederti, ci sono andate giù pesanti sulla dimensione delle tue orecchie.
Poi hai iniziato a parlare e ad agitare le mani. E tutte le femmine nella stanza sono entrata in trance. Alla fine, tutte avrebbero voluto leggere il tuo libro.

Successo con le donne.

E LMVDM è anche uno dei libri più belli dell'anno (e sono uscite robe proprio belle).

Quando ci incontriamo, ricordami che devo toglierti il saluto.

Abbraccio
P.

Franca ha detto...

ciao gipi, per me prima o dopo la tele, ero già appassionata uguale. senti bene: devi prendermi se fai il film, fidati. tu non hai idea....scrivo sul blog di blogger chiamato sabba

Franca ha detto...

ciao gipi. a me prima o dopo la tele non cambia niente, già lo sapevo. senti, se fai il film devi chiamarmi, davvero. guarda sto blog di blogger che si chiama sabba

Franca ha detto...

ciao gipi.per me prima o dopo la tele non cambia niente. già lo sapevo. senti: devi chiamarmi quando fai il film, davvero. guarda sul blog di blogger che si chiama sabba. davero. ciao f.

Anonimo ha detto...

..ricordavo vagamente i disegni su cuore, che mi manca e mi mancano tanto..venrdi non avevo ben messo a fuoco chi tu fossi, non seguo il mondo del fumetto e delle storie con i disegni..qualcuno qui ha descritto questa tua intervista come rapita, è stato cosi e proprio cosi anche per me-seguo piu i film o sky che i programmi tv, mi capita venerdi cosi quasi per sbaglio di vederti.Mi hai molto colpita ed è bello che dici che è stato anche merito della naturalezza in cui ti ha fatto sentire la giornalista.è una brava professionista daria bignardi e mi hai colpito perchè si riusciva a sentire addirittura l tuo tremore interiore, ben espresso dalle mani che suonavano ai bordi del tavolo o poco sotto e poco sopra.sei stato un buon esempio di televisione perchè parlavi scegliendo le parole una a una ,ma non per spocchia ,per carità!, ma perche quel tremore è come se le portasse da un piano e forte interiore dei tasti dei tuoi pensieri ,alle tue mani, e nella tua voce tutti i pensieri piano piano .quelli che che piu mi rimaranno nel ricordo di te ,sono i tuoi racconti sulla scuola,la panchina e il punk e anche quello di tuo papà con il peso massimo eh eh eh ,poi quelli del giorno di berlusconi e sorapttutto quando hai detto con grande verità cosa occorre per fare politica vera cioè non semplice rabbia e indignazione,ma proposta..quella che ci manca di questi tempi insomma :-)
beh ho scritto troppo come mio solito, è bello aver scoperto anche il tuo blog e spero di trovare il tuo libro con le indicazioni che hai dato..ciao Gipi e grazie di "essere" essere cosi come sei-lupo

Anonimo ha detto...

Beh, io mi sono divertita molto, ho pure snobbato il moroso per ascoltarti meglio =) !! Ma non è che ti ho visto per le vie del centro di milano?? eheh..Ti ringrazio però, per i tuoi lavori soprattutto, ma anche per la bella intervista. Sarà magari colpa del video, ma gli occhi li ho visti brillanti, fatti di entusiasmo, e questo non lo si vede spesso...Grazie per averlo condiviso insieme a me...
C.

Anonimo ha detto...

..mi sei proprio simpatico.. :)

Anonimo ha detto...

Scanalando qua e la nella speranza di trovare qualcosa di passabile sento un inconfondibile accento pisano.
deh e chi e' vesto vi che parla nella mi' lingua in tv?
ah forse sono su canale 50.
eh no 'un si parla der pisa 'un pole esse canale 50!!

gipi, disegnatore, pisa
'un l'ho mai visto ma mi ri'ordo una spiaggia, mare, Corsi'a una mamma che parla dei su' figlioli, uno disegna per cuore.
Che strano penso.
Poi arriva ir mi babbo con un signore lungo lungo con un sorriso simpati'o
"bimbe vesto e' ir' signor Pacinotti, quello della storia der pesce uccello, ve la ri'ordate?"
"deh se me la ri'ordo? ce la raccontavi sempre per facci dormi'!"

che buffo "conoscere" il protagonista di una storia che ti raccontavano da piccola
e incredibile "conoscere" anni dopo il figlio in tv

bravo, sei un ganzo

karuso ha detto...

L'intervista dalla Bignardi ha dato la conferma alle sensazioni che ho provato leggendo le tue opere. Onestà!!! I commenti che stai ricevendo sono il risultato di un affetto incondizionato che susciti alla prima lettura...
La sicurezza della ministra Giorgia Meloni si sgretola davanti alla tua autenticità.
Grazie

Energheia ha detto...

Non te ne frega niente..ma te lo dico lo stesso...
Si, ti ho visto alla televisione e ho detto.."minchia..questo e' uguale a me quando voglio fare l'imbarazzato"...."preeeciiissso"
..la mia ragazza accanto mi dice"..non te somiglia pe gniente..."
..e io: "..lo so...e meno male..indendo empaticamente"...e lei.."vabbe'"...si gira e si addormenta.

Bene..io lmvds l'ho trovato e comprato ieri sera:
ciao...mi cerchi un libro?(chiaramente...mica 2 etti di fontina...)
dice....e' un fumetto..(sti cazzi)..non c'e'...vado a vedere in magazzino..torna dopo 20 minuti..sudata e appensantita: "eccolo"!

me lo sono letto in un'oretta di sparo...seduto sulla panchina davanti la libreria...

che ne penso?..se me lo chiedi te lo dico...

Ciao
Energheia

Diego Cajelli ha detto...

Gipi, a me viene da dirti grazie.
Grazie per quello che fai e per come lo fai.
Grazie per quei venti minuti in tivvù.
Sono stati minuti importanti!

Abbracci fitti.

Anonimo ha detto...

La tua ultima striscia per internazionale (quella del sogno e del Vaticano) ha emozionato tantissimi "blasfemi"...
Ti giro un link spagnolo in cui è sta inserita:
http://revertirloirreversible.blogspot.com/

P.s.: certo st'intervista ha funzionato: Sabato alla Feltrinelli di Palermo oltre 20 persone hanno chiesto LMVDM...

Fabio... ha detto...

Sono uno della "massa silenziosa" che legge il blog e non scrive.
Ho visto l'intervista (non ho la tv) grazie al blog del Cajelli.

Più che per l'intervista (ottima e da cui traspare la "bella persona") io però mi sono emozionato a leggere i 250commenti al post precedente :)
Fosse stato il mio blog avrei avuto i lucciconi...

Strano che un autore bravo e che pubblica da un pezzo debba essere "scoperto" grazie ad un mezzo estraneo...
(sarà vero alla fine che i fumetti li si fa per noi stessi)

sindromedisnoopy ha detto...

"E poi ci sono i disegni da fare per il mio poeta preferito, Guido Catalano"
....
ma davvero?!
...
è una cosa bellissimissima! Attendo con trepidazione :-)

Anonimo ha detto...

Daria Bignardi presenta Gipi.Boh, chi è?!Poi entra questo elfo alto ed allampanato , un volto molto particolare, certo non bello però che incuriosisce e.... che sopresa per me che nulla sapevo (e nulla so del tuo ambiente).Una persona squisita, dolcissima, che ispira una grande umanità, umiltà, spontaneità, insomma SIMPATICO da morire !Complimenti per come sei.Sarai maturato tardi ma sei maturato bene.

Gipi ha detto...

Anonimo pisano:
Quale pesce uccello? Che ho combinato?

Energheia:
che ne pensi?

Diego Cajelli:
Grazie a te. Mi fa piacere che tu l'abbia trovata utile. Davvero.

Tutti:
Non ci riesco a rispondere a tutti, lo vedete. Chiedo perdono. ma sono contento che quei venti minuti di parole siano stati tanto ben accolti. A me non pare di aver fatto o detto nulla di speciale, e ora mi vien da pensare che questo non faccia tanto onore agli altri programmi televisivi.
Come si dice: "in un paese di ciechi, l'orbo è Re" :)

www.kiriranshelon.deviantart.com ha detto...

Per me sei stato illuminante! Sì, proprio come una lampadina..ma a risparmio energetico, non sia mai che si danneggi l'ambiente..e non ti riconoscerei mai passeggiando, sono miope e poco attenta! Grazie. kiriranshelon@yahoo.it

preacher ha detto...

mapporcaputtana... venerdì sei a torino...
cazzocazzocazzo...
mi sarebbe piaciuto venire a vedere il recital con la mi' donna (torinese), che fino a due giorni fa non sapeva chi tu fossi ma che dopo l'intervista barbarica si è innamorata di te e vuole leggere LMVDM (beh, sarebbe il suo terzo fumetto in assoluto come lettrice).

cazzo.

Anonimo ha detto...

Scusa Gipi, hai parlato di un testo di sceneggiatura che ti insegna ad usare il lato destro del cervello: mi diresti il titolo?
grazie

Fabio... ha detto...

(mi intrometto)

Strano a dirsi ma il titolo del libro dovrebbe essere "disegnare con la parte destra del cervello" di Betty Edwards

Anonimo ha detto...

Secondo me la cosa che ha colpito maggiormente è proprio il fatto che tu non abbia detto niente di speciale. Ma il fatto che ti sia raccontato,come tu stesso hai detto,se fossi stato a casa di amici. Però al contempo sei un grande(apparente timido)-perchè effettivamente non ti conosco e i miei studi di psicologia ancora sono agli inizi- artista:"egocentrico e convinto che il mondo giri intorno a sè" hauha.. che per caso soffri di personalità multipla? Elsa.

bassinicomix ha detto...

la sera dell'intervista si può dire che stavo quasi per fare sesso con il televisore in un piccolo e sperduto paesello della sardegna, dove mi ero recato per una sottospeciedivacanza invernale...il rapporto si è concluso nel peggiore dei modi, perchè non ho visto un' accidente.

pazienza, me lo sono goduto in streaming spaparanzato sul lettone.

grazie.

Van-Hessa ha detto...

www.van-hessa.blogspot.com

Van-Hessa ha detto...

caro Gipi,
perdona l'egocentrismo (ipse dixit) di averti segnalato prima il mio blog disperato e dopo avere scritto questo commento, il fatto è che seguo e ammiro i tuoi disegni da tanto e prima volevo ascoltare e forse "conoscerti" di persona. Inutile dirti che ho apprezzato molto la tua prospettiva sul mondo, che in fondo è un pò anche la mia, o è quella che spero di non abbandonare...
Ti rimetto allora il link al mio blog (www.van-hessa.blogspot.com) da poco creato, più per ridere che altro, e ti auguro una ottima fortuna per tutto il tuo lavoro a venire!

Van-Hessa ha detto...

www.van-hessa.blogspot.com

zioluc ha detto...

Di solito non mi importa di sapere come sono gli artisti che ammiro, perchè di solito resto deluso.
Invece tu sei simpatico

zioluc ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
valepisa ha detto...

Pesce Uccello, cavolino mentre lo scrivevo sapevo che poteva essere frainteso, anzi forse e' quasi impossibile non pensare ad un doppio senso!
pero' la storiella che mi raccontava ir mi' babbo era proprio cosi, che ci posso fare, mica potevo cambiargli il titolo!!

Comunque tranquillo, non hai combinato niente (almeno in questo caso), lo so che ormai hai manie di grandezza, gente che ti riconosce per strada, sconosciuti che ti scrivono .... i pericoli della TV!! ... quando inizierai a parlare in terza persona sara' ormai troppo tardi :)

La storiella era del tutto innocente, beh sono sicura che uno psicologo ci troverebbe chissa' quali significati nascosti, ma insomma non esageriamo. E' una di quelle storielle che si raccontano ai bimbi per farli dormire; il mio babbo mi raccontava la storia di 4 amici che vanno a caccia/pesca, il rumore/borbottio della barca ripetitivo e rassicurante mi faceva crollare, credo di non essere mai arrivata alla fine .... beh ora che ci ripenso chissa' che combinavano :)

Uno dei protagonisti era ir tu' babbo, mi e' venuto in mente quando ti ho visto alla TV e ti ho associato al "signor Pacinotti" della storiella.

Visto che ormai sei ricco e famoso, i parenti telefonano alla tu' mamma, deh una mail di una sconosciuta che non ti dicesse di quanto sei sembrato intelligente, bello, simpatico, divertente, sincero, etc etc ci voleva ... pero' ti ho dato del ganzo che 'un e' mi'a male :)

toh, ho anche scoperto che avevo un account su blogger, vedi te!!

marina ha detto...

libro ordinato da feltrinelli perché dicono esaurito. Imprevidenti!
marina

Anonimo ha detto...

Da Ursula Ferrara, a Asterix e Obelix, passando per Manara e Folimage, per Giuseppe Bartolini e "La Metacosa" a te, Gipi, che ancora però non ti conosco bene. Probabilmente se non avessi rincorso Lorenzo, quel giorno, per chiedergli di stare con me perchè avevo capito che lui era il miele e io l'orso (e il cibo è un bisogno primario attenzione!), non avrei mai saputo che l'arte esiste davvero e pure con prepotenza.. Sul lungarno all'aperto o in un ristorante al chiuso, lui si guarda intorno ma vede sempre al di là.. Avete tutti negl'occhi qualcosa che è impossibile decifrare.. Ma che segreto è il vostro? Cosa ci nascondete? Cosa vi succede quando la mente, il cuore o lo spirito, fai un pò te, trasmette queste strane onde direttamente alla mano che poi come smaniosa piglia una matita, un pennello, una penna e un foglio o la carta per incartare il pane e comincia a creare? Siete potenti come una mamma che dà vita a uno scricciolo d'omo e irriverenti come "enfants". Probabilmente non c'è assolutamente niente da CAPIRE. Giusto? :)

Ma perchè ti scrivo? Boh.. Forse perchè sul pacchetto di tabacco Camel che dorme sul letto c'è scritto " Les fumeurs meurent prématurément" e ora c'ho voglia di dirti queste banalità, fra il personale e l'incompleto. Tutto 'sto pappié può, giustamente, non interessare nè te, nè nessun'altro. Manie di protagonismo, capitano a tutti. Vogliate sopportare.

Almeno una cosa seria: sarai ad Angouleme a Gennaio?

Grazie.

Giada - Testuggine

Lia ha detto...

Non sono un'appassionata di fumetti, anzi mi stanno anche antipatici, non ne ho mai letti perchè non so mai se soffermarmi prima sul disegno o sulla vignetta..e per una lineare come me, questo è intollerabile...meglio i testi testosi.Lo dico sempre che riesco a fare solo una cosa alla volta!
Tutto questo cappello d'introduzione, solo pe dirti che anche io ti ho visto in tv, e mi è piaciuto il tuo modo di parlare...e mi ha incuriosito il titolo del tuo libro....

DOMANDA:
dove posso trovarlo? è in commercio? mi piacerebbe leggerlo, se devo appassionarmi o solo conoscere un genere a me ignoto, preferirei farlo sapendo chi è l'artefice di quei disegni....

Probabilemnte non riceverò alcuna risposta, ma ci ho provato.

Buona giornata

Lia

Gipi ha detto...

Per Lia e tutti quelli che si domandano come/dove trovare il libro:

Mi ha appena suonato il telefono. Il mio editore ha fatto il miracolo, riuscendo a mandarlo in ristampa in questi giorni pre natalizi e risolvendo tutti i problemi legati alla distribuzione.

Arriverà in libreria tra venerdì 19 e lunedi 22 dicembre.
Fategli i complimenti.

E qui a Roma (per chi non ha pazienza) ho visto edicole in cui si trova ancora. (In verità, ne ho vista una copia all'edicola di via veneto :)

PierP ha detto...

Avevo scoperto il tuo blog e, di conseguenza, i tuoi disegni, da pochi giorni. Poi grazie a La 7 ho scoperto che sei anche una bella persona (e non personaggio) oltre che un grande autore! Adesso sono uno di quelli che in libreria non riesce a trovare LMVDM..

f ha detto...

ti ho scoperto tramite la bignardi.. devo dire che mi hai molto colpito, come persona. e devo dissentire sul fatto che la bignardi abbia fatto una bella intervista. nel senso, forase in generale, ma l'ha rovinata in un certo punto. ti ha interrotto su qualcosa di interessante che stavi dicendo.. mi sembra sulla teoria dell'artista disgraziato, ma purtroppo per farti una domanda (di cui credo le interessasse personalmente la risposta dato il tuo fascino evidente) non hai potuto rispondere. comunque hai avuto la risposta pronta "chiedilo alla mia ragazza", io avrei rosicato troppo e le avrei detto "sicura che interessa così tanto agli spettatori e non a te?".
complimenti per il tuo lavoro, seppure non mi intenda di fumetti.

Roberto ha detto...

Miracolo Coconino/Fusi Orari!!! Meno male, lo dicevo io che dopo il passaggio televisivo sarebbe andato a ruba...

Energheia ha detto...

..ma che ci fai connesso al blog!!...su su....lavora!!!!

allora mi hai chiesto che ne pensi..quindi devo dare una risposta intelligente...mi devo concentrare...
non sono analitico...e neanche stitico...ma ci provo a dare una visione personale..(anche se mi trovero in disaccordo dopo averla riletta)

3 parti:

la prima parte: (prima 70-80 pagine): legata all'inconscio...letti di fila senza alzare gli occhi..(neanche quando una signora indiana credo...con un accentuato profumo di sapone di marsiglia, mi sfregna in faccia la sua lunga treccia)

parte seconda: mi alzo..mi stiracchio...e guardo il culo alle ragazze che passano...penso cosa penserebbero se glielo toccassi...

la terza non me la ricordo piu'......se ne scrivi un altro parto a leggerlo dalla fine...(oppure si puo scriverlo al contrario...ganzo)..

io la butto li: lo scriviamo insieme?...si, non mi sono mai fatto di acidi...ma mi trovo nello stato di vedere garibaldi verde...


(..ecco questo e' una fine che conosco....o forse no)

Marco "Bamba" Zorzan ha detto...

In televisione sei ancora piu bellino........Complimenti, ormai hai preso il largo.......

Anonimo ha detto...

è stato un piacere vederti e sentirti!

---> ANTOINE ha detto...

L'avevo vista. Ottima! ^_^

Ciao.
Antonio

Anonimo ha detto...

dal momento in cui ti ho scoperto in meno di un'ora ho:
visto l'intervista,
letto il blog,
cercato trovato e aderito al gruppo su fb
e ora lascio anche il commento. stupefacente!
non mi rimane che acqusitare il libro appena rimetto piede in Italia. Chissa' allora cosa faro'?!!

p.s. e so anche chi sia Bobby Brown!

Anonimo ha detto...

da Roberto di Monfalcone
La mia mamma ha detto: dovevi farla quest'anno la mostra su GIPI...
Io sono contento di averla fatta quell'anno là. E sono contento che sei andato in TV e che tutto ti vada bene. Credo che tu sia un vero autore e quindi non stiamo parlando di scatole vuote come spesso succede in tele. Tutto meritato direi. I ragazzi della ARTeFUMETTO chiedono di proporti di venire a Trieste a fare la recita. Non so, forse sarebbe bello venissi a farla quando non te lo chiederà più nessuno, per il vero piacere di farlo, adesso sembra pretestuoso, meglio di no. Sarebbe bello mettere insieme la tua alla lettura fatta di "S." dai ragazzi di Monfalcone per la mostra. Unica cosa seria da dire è che ti aspetta sempre il pesce fritto. Bye, Roberto

ovi ha detto...

bravo gianni...

Pussycat ha detto...

E' vero che ora vai con due musicisti? E vuoi la suit bianca come Madonna? I jazzisti americani per fare i supersboroni nei concerti estivi all'aperto (agosto) chiedono il trespolo per riscaldare l'aria, ricordalo se il tur continua d'estate...

IL CETRIOLO GLOBALE ha detto...

domani fate il vostro dovere amici postatori seriali

luciano ha detto...

Arrivo qui col capo cosparso di vergognosa cenere. Ho 54 anni, faccio lo scrittore per ragazzi, leggo fumetti (Barks, Pazienza, Pratt, Gaiman, Moore, Schulz, Taniguchi, Thompson, Berardi, Magnus, Watterson...) da quando ne avevo cinque o sei. E solo ieri ho letto il mio primo Gipi, grazie all'amica Pucci che è una fan della prima ora. QUESTA E' LA STANZA m'ha folgorato. Ne parlo diffusamente sul mio blog: http://lucianoidefix.typepad.com/

GF ha detto...

Io l'ho comprato su IBS, il libro: non vedo l'ora che arrivi...

Pamela ha detto...

Emozione pura, come in pochi trasmettano!
Grazie

Anonimo ha detto...

io la storia del pesce uccello me la ricordo bene, e te la racconto pubblicamente,anche per narrarla a quella bimba che s' adddormentava con le storie di Sergio.
ti ricordi quando babbo ,finita la passione per la caccia si innamorò della pesca ?
Parlo di molto tempo fa prima della Corsica ed anche della barca a vela;
comprò un gozzo di sette metri, in legno, bellissimo, e poi trecento metri di tramagli , che all' epoca non erano ancora proibiti, e con quelli si finse pescatore vero, non di quelli che la domenica mattina gettano la canna dagli scogli di marina,no, lui calava le reti il pomeriggio tardi, e andava a salparle la mattina presto, sveglia alle quattro e mezzo , anche d' inverno, anzi meglio se d' inverno e con un freddo cane, che gli rendeva ancor più vero e reale il suo nuovo giochino
Quel fredddo me lo ricordo ancora, chè spesso andavo con lui, ma credo che ogni tanto anche tu e Luca l' abbiate accompagnato
Cantavamo in barca, mentre risalivamo l' arno.
Pescava seppie e rombi, quand' era fortunato, e una enorme quantità di granchi, favolli, diceva lui, che restavano impigliati nei tramagli e che poi , al pomeriggio, i tramagli stesi tutt' intorno alla casa, tu e qualche altro bimbetto toglievate dalle reti, prendendoli a martellate
il giorno del pesce uccello noi non eravamo in barca con lui, babbo era andato a pescare con alcuni amici.
Quando tornò a casa tirò fuori da uno dei suoi secchi,(ti ricordi quei secchi bianchi che portava spesso con sè?) alcuni pesci di poco pregio "poca robba" diceva lui, ma poi fece un pò di teatro, iniziò a fare la faccia misteriosa e ci svelò d' aver pescato un pesce stranissimo, forse arrivato dai mare del sud, e tirò fuori una gabbianella, morta affogata , probabilmente mentre cercava di mangiare un pesce preso nelle reti, e lì rimasta impigliata pure lei.
La mamma gliene disse di tutti i colori , lui pretendeva che gliela cucinasse , dato che ormai era morta tanto valeva mangiarsela ,che mica gli piaceva quella morte sprecata per nulla, ma la mamma gli urlava che i gabbiani sono immangiabili e sanno solo di sale e poi a lei gli uccelli morti facevano schifo e quelli affogati ancora di più .
Così andò a finire che lui non mangiò la gabbianella, ma l affinchè quella morte non fosse del tutto inutile , la imbalsamò e la mise sulla mensola sopra al camino,su a santa maria,,perchè mamma in casa non ce la voleva proprio.
Là è rimasta per molto tempo, ma ora non so più dove sia finita, Antonio da piccolo ci giocava, ma già quand' arrivò la Titta, la gabbianella non esisteva più
é venuta una roba troppo lunga taglia pure tutto e alla fanciulla raccontaglielo tu
baci lilla

Gipi ha detto...

Grazie sorella :)
Ma com'è che scrivi e racconti le cose così bene? Ora tutti penseranno che io ti ho solo copiata.
Che brava che sei e che bei lucciconi mi facesti venire ricordandomi babbo e i tramagli. Ma come scrivi benone? Io non lo sapevo! Tutte le cose che avevo letto di te erano lettere dove mi facevi il culo perchè mi ero comportato da imecille in diversi casi della vita :)
Grazie Lilla, te lo scrivo qui, che so che ti fa cacare. Ma ci avevo voglia di ringraziarti in pubblico :)

Anonimo ha detto...

non è un po' allucinante l'applauso del pubblico come commento degli incidenti mortali (presunti) enunciati da Gipi per spiegare il ritardo del treno?

Marco "Bamba" Zorzan ha detto...

Ma un tuo conoscente di infanzia(Pisano come te!!!!:)) mi ha detto che eri gia un mito da ragazzino per il semplice fatto di essere amico del campione mondiale di Subuteo........

koko ha detto...

copione!

Marco "Bamba" Zorzan ha detto...

ah dimenticavo.....se non riesco domani intanto auguri.....;)
azz....te stai a fa vecchio, ma come il buon vino piu invecchi piu sei buono.

claudio ha detto...

Confesso l'ignoranza, chi é Dupras? o meglio a quale ti riferivi visto che la battuta l'avete capita tu e la Bignardi...

Anonimo ha detto...

Scusami ma non sono un tipo facile a rilasciare incensamenti dunque: bella l'intervista, ma lasciami dire che la tua vita disegnata male non tradisce la tua sincerità, è veramente disegnata male. Non mi era mai capitata una storia a fumrtti della quale ho letto solo il testo, testo peraltro sopraffino e te ne dò atto. Quindi se la grandaezza di un autore completo si misura da l risultato finale sei grande sì ma a metà.

Claudio.

Giuseppe ha detto...

Prima di ascoltarti e vederti alle IB credevo che tu fossi una persona antipatica...una di quelle che si danno delle arie...
Non avevo un motivo preciso, era una sensazione a pelle...
poi ho letto LMVDM e mi son detto - dovresti recuperare gli altri libri di Gipi, in fondo è bravo... -
Guardarti in Tv è stato illuminante, così emozionato, teso e impacciato ma allo stesso tempo felice come un bambino!
Gipi, sei un grande!

raffaella ha detto...

ti ho conosciuto alle "invasioni"...mi sei subito piaciuto...sei per caso un marziano?...spero di no,che bella persona; complimenti e baci da chi ti leggerà, ti stimerà e...
raffaella

Anonimo ha detto...

ti ririspondo pubblicamente anch' io, che va a finire ci prendo il vizio.
macchè scritto bene, non l' ho nemmeno riletto !
l' ho buttato lì in fretta e furia perchè ero in ritardo al lavoro e poi mica lo sapevo che uno scriveva e poi subito appariva in diretta!
io credevo che prima passasse da te privatamente, e così tu avresti potuto correggermi gli errori.
Ma davvero nella vita non t' ho scritto altro che lettere da maestrina?
oddio sta a vedere che la responsabile di tutti quei tuoi sensi di colpa son io
che brutta figura, e pubblica, tra l' altro
buon compleanno un abbraccio grande
lilla

rebecca ha detto...

Buon compleanno!

Silvia ha detto...

Caro Gipi,non riuscivo a dormire perchè il piccolo mini-acrobata bulgaro che alberga nella mia pancia(aspetto il mio secondo bambino),non la smetteva di fare acrobazie appeso fra il mio intestino ed il mio ombelico,perciò sono inciampata nelle tue orecchie e ti ho ascoltato,tutto d'un fiato fino alla fine quella sera in tivvù.
Il giorno dopo ho cercato il tuo libro ma invano,adesso tenterò di ordinarlo in Feltrinelli.
Credo che la Bignardi abbia saputo lasciar uscire ciò che sei davvero,certamente solo una piccola summa ma fedele a te stesso.
Ne devi essere felice,non credo esistano cose sbagliate o giuste a priori,(andare o non andare in televisione), credo che tutto dipenda da come le si fa,e tu l'hai saputo fare benissimo.
Decisamente arrendevoli le tue mani ossute e lunghe che accompagnano il dipanarsi dei tuoi ricordi,le tue sensazioni,le strade che hai percorso.
Non sono brava con il web e non sò come fare a dirti che ho un blog e che vorrei che lo leggessi,senza fare spam(anche questo termine l'ho imparato da cinque munuti)perciò te lo segnalo e basta,copiandolo come si faceva alle medie,parola per parola:basta scrivere nella barra indirizzi "desperate-sisters.blogspot.com" e ti comparirà "a cena da mamma stasera?"io sono la scrivente mora.
Dai una sbirciata durante una delle tue pause post-schizzi,ne sarei felice.
Non è mera pubblicità,ho voglia solo che tu lo legga o che tu possa stabilire un contatto.
Accattivante il tratto tremulo che contraddistingue il tuo lavoro,l'uso che fai dei colori,e quello scorrere veloce e spontaneo che contraddistingue il tuo segno.
Tornerò,vedrai.
Silvia panciuta

Analia Pierini ha detto...

Hola! mi è piaciuta molto la intervista, e sinceramene è la prima volta che ti conoscevo, adesso stò guardando tutto il tuo lavoro (che trovo nel motore di ricerca) complimenti!!
Gipi è veramente il tuo cognome? ciaoo! ANALIA

valepisa ha detto...

Leggo la mail di lilla e mi emoziono a sentirmi chiamare fanciulla, wow di questi tempi mi ci voleva proprio!
fanciulla invece di signora, fanciulla, come suona bene, grazie :)

La mail e' bella perche rende l'atmosfera dei "vecchi" cacciatori/pescatori, i preparativi del giorno prima, l'attesa, le sveglie all'alba, l'entusiasmo e i racconti, i racconti sono impagabili.

Pero' devo dire che la mia storia del pesce uccello e' diversa, e' una storia di fantasia e non un evento reale, reali sono i personaggi, i luoghi e la passione che li accomuna(va).

Babbo Luca raccontava:
"l'ingegner Pampana, il signor Pacinotti, il signor Giorgi ed io avevamo deciso di andare a caccia al Grugno, ma siccome era una bella giornata abbiamo deciso di andare a pesacare alla Gorgona ...."

Beh troppo lunga da mettere in un post, ma ho sempre nelle orecchie il rumore ripetitivo del motore della barca, il fruscio del volo del pesce uccello, la dolce ripetitivita' di una storia raccontata tante volte in modo sempre uguale e rassicurante.
Ho sempre vive le immagini di luoghi/persone conosciute ma con dettagli diversi, ri-adattati dalla fantasia
.... peccato non sappia disegnare :)

Il pesce uccello pero' non era una gabbianella ma un pesce volante, pesce uccello, uccello pesce, beh insomma basta mettersi d'accordo :)

Grazie alla mail di lilla torno ancora piu' indietro nei miei ricordi, 45 (quarantacinque come suona male) anni fa e scopro di avere visto gipi; tre o quattro culle dalla mia c'era un bimbettino appena arrivato che disegnava su tutto, copertina, cuscino, vestitino, le infermiere inviperite gli dicevano di smettere, che doveva dormire o al limite piangere ma assolutamente non poteva continuare a disegnare!
Essendo la "vecchia" del gruppo sono stata la prima ad andare a casa; al momento dei saluti, ho chiesto al nuovo arrivato il suo nome, lui mi ha risposto "deh 'un lo so, i miei devono ancora decide'"
Auguri!

Anonimo ha detto...

meglio giramento di testa che di coglioni....

Anonimo ha detto...

Massimo rispetto al fratello Gipi. Una luce nel grande buio del relativismo. Una bella risata davanti ad uno specchio freddo. Grazie Master.


Esempio virtuoso di umiltà. Una persona speciale come tante che non ti aspetti di trovare, in questo burrascoso mare di presuntuosa ed arrogante ambizione.

Contro la siderale crisi di valori, Gipi il misericordioso.

Bacco, ganja e Venere rendono l'uomo vizioso ma un pò più disteso ed allegro.

DAJEEEEE

-FRAN_KY-

jacopo ha detto...

beh, allora se è il tuo compleanno auguri. il regalo te lo si fa se vieni su a milano o dintorni!!!

KoKo ha detto...

si vocifera che compi gli anni,
se stai a roma scegliti un ristorante bello altino, vista tevere in attesa della piena ritardataria...

Teo Cato ha detto...

Un piccolo passo per l'autore, un grande passo per il fumetto in Italia :)

Credo che siano i 20 minuti più densi e costruttivi che ricordi a memoria in televisione... (anche se forse è troppo facile visti i palinsesti attuali!)

E'strano come, indipendentemente dal media attraverso il quale viene filtrato, quello che racconti mi lascia sempre piacevolmente intontito in una sorta di piccola speranza che forse, tra tutte le facce vuote che incontriamo, esistono ancora persone come te, che trasmettono vita vera e che ti tengono incollati solo con segni e parole.
Forse è per questo che ogni volta che ti incrocio a Lucca allo stand (la prima volta sovrastato da copie di S. da dedicare) o alle feste di self comics (:D) rimango impietrito e non riesco mai a fermarmi nemmeno per salutarti e conoscerti di persona...
Questi 20 minuti me li son goduti, e chissà che la prossima volta io abbia un pò meno paura di lanciarmi in una pseudo-conversazione!
Mi sento di ringraziarti, anche se non so perchè :)

teo

Anonimo ha detto...

ANALIA?

Idee a ha detto...

Buongiorno. Complimenti per il sito!!!
Mi chiamo andrea e gestisco il sito
http://www.ideeaconfronto.altervista.org,
nel quale mi occupo di temi di attualità.

Mi piacerebbe fare uno scambio link
con il vostro: è possibile?

Se siete d'accordo, e se lo gradite,
fatemi sapere. La mia mail è:
ideeaconfronto@gmail.com

Saluti e buon lavoro

Livia ha detto...

che nulla come le tue tavole e tuoi disegni, di questi tempi e da tempo, mi fa venir voglia di prendere in mano penne che perdono e acquarelli
e disegnare.
ed io in realtà avrei scelto di fare la zoologa,
e quindi tutto questo non è ovvio
e ti ringrazio
Livia

Anonimo ha detto...

Grande, Grande, davvero... Molto profondo, ironico, sensibile ma leggero, narciso ma modesto. Irresistibile e te lo dico da eterosessuale convinto... ;)

La graphic novel è u genere che ho scoperto da pochi anni, anche se sono un vecchio appassionato di fumetti.

Ho letto la tua ultima fatica e devo dire che tutte le buone impressioni che già i tuoi precedenti lavorimi avevano lasciato hanno trovato conferma.

Mi hai commosso, davvero.

COntinua così, non posso che farti un grande in bocca al lupo prestaci i tuoi disegni e le tue parole per dar voce alle storie normali di noi tutti.

Grazie...

Anonimo ha detto...

W ANALIA!
ma l'accento dove stà?

Giosing ha detto...

Invidiosamente leggo i commenti che ti vengono lasciati, e vi rilevo una consistente componente femminile, piuttosto arrapata.
Ergo==> Gipi, qui si troMba!
bello fare il disegnatore! si dà vita a mondi prima del tutto sconosciuti, e poi si troNba! lo voglio fare anche io! com'è che si fà? si devono comprare i pennarellini? Bravo, sei un grande!
anch'io voglio fare i disegni anche io!

Anonimo ha detto...

"Si, sei...sei una rarità: te stesso, il tuo stesso fumetto, il fumo di tuo fumo. Fummo...felici di vederti.
Eva"
Confermo: proprio fumo. Oggi il tuo libro ha riattraversato Bologna per confondersi immediatamente con il fumo dell'arrosto e con le nebbie locali. La Feltrinelli ha ordinato 75 copie, ne sono arrivate 25 sparite immediatamente (sono la fortunata numero 25) AUGURI !
eva e.

Miss Lace ha detto...

E' morta la divina. Ma sarà stato vero che viveva con Dave Stevens?

diecimarzo ha detto...

Ieri serata a Torino, sala piena.

Grazie per la tua presenza, per i suoni che ti hanno accompagnato, per la firma sul tuo libro, per la torta...per l'attimo "romantico e stucchevole"...
Baci
Gli allievi dell'accademia di Comics di Torino

Giosing ha detto...

In riferimento mio precedente commento, chiedo scusa se può suonare offensivo e stupidamente sarcastico. m'è uscito così... in realtà sono tuo grande estimatore e molto felice di poter dialogare, cosa che, per esempio, non ho potuto fare col vecchio Paz..
Buona giornata!

Anonimo ha detto...

..."ho pensato che era uno scemo..."
Apro con questa tua citazione alquanto discutibile sulla morte di Andrea. A parte il fatto che Andrea é stato forse tra i piú grandi artisti italiani dell'ultimo secolo, a parte il fatto che Andrea era uno scrittore incredibile oltre che un disegnatore stupefacente, e in ultimo, a parte il fatto che "Pompeo" rimane una tra le cose piú profonde, e drammatiche, e emozionanti, e dolorose, e divertenti (si, divertenti..), e terribilmente vere, e narrativamente potenti, che siano mai state rappresentate, ecco, a parte tutto ció, capisco quello volevi dire e il modo in cui l'hai detto (con affetto profondo, mi é parso), e l'avrei condiviso anche... - in fondo quel bastardo mi ha fregato la fidanzata di allora, aagghh... - se fossimo stati in una chiacchera tra amici che ricordano i bei tempi. Ma non era quello il contesto per dire una cosa così, senza altro aggiungere, quasi che foste solo tu e madonna Bignardi...
Scusa l'appunto, ma mi ha fatto stare male.... (poi ho pensato: "tanto preferisco Enoch!!")....
Nogix

Roberto S ha detto...

Vivo in Olanda e ogni tanto frugo nel sito di la7, perché Crozza e le Interviste sono tra le poche cose che mi piacciono della "vostra" tv.
Chi è questo Gipi, mi sono detto prima di cliccare?
Ora lo so: un genio che dopo 20 minuti ti fa venir voglia di saperne di più, su di lui e il suo lavoro.
E dire che sei pure pisano!
Buon proseguimento e grazie.

Gipi ha detto...

Nogix:
Ho pensato "che scemo".

Questo ho detto e questo penso. Come lo penso di tutti i miei amici e conoscenti morti allo stesso modo.
Fai attenzione alle parole, che se si cambiano, anche di poco, cambia pure il significato delle frasi.

Perchè questo non significa che "era" uno scemo, ma che aveva fatto una cazzata. Un gesto, una sventatezza, un errore, quello che vuoi, "da scemo".

E poi mi dispiace, ma io non ho niente di sacro. Quindi non è che metto un rispetto religisoso verso qualcosa o qualcuno a seconda del contesto.

Alla domanda ho risposto, secondo mia coscienza.

Mi ha chiesto cosa ho pensato quando è morto e mi sono ricordato nel momento in cui la ia sorella maggiore, piangendo, al telefono, me lo comunicò.
Ci stetti male, ma la prima cosa ch pensai fu proprio quella.

E comunque, lo ripeto:
niente di sacro.

carlo ha detto...

confortante sapere che girano neuroni eccelelenti nell'ambiente fumettaro e nel ringraziarti per esserne il portatore sano auspico fortemente che si diffonda il contagio. un abbraccio carlo

Anonimo ha detto...

LILLA racconta qualcos'altro ancora
eva

Elisa ha detto...

Non ti conoscevo prima di avere casualmente guardato la tua intervista sul sito delle invasioni barbariche. Mi hai fatto veramente sorridere e ho intenzione di andare alla ricerca dei tuoi libri.
Guardavo i tuoi occhi e le tue mani e mi hai veramente conquistata...bellissima intervista, tu sei simpaticissimo, spontaneo e mi hai tenuta attaccata al pc ad ascoltarti...
Ti abbraccio
E

Paolo ha detto...

Ciao GIPI,

non ti conoscevo e mi ha colpito il tuo tratto. Faccio una ricerca su google, viene il tuo blog e vedo l'intervista, bravo: ti sei conquistato un lettore. Domani vado a prendere i tuoi libri e, dato che son di Torino, mi ha fatto incazzare che ieri sera era qui e ho letto di te 24 ore in ritardo, confido nella prossima volta. Ti scrivo quando ne ho finito uno. ciao
PS: qual è il titolo e autore del libro sullo sviluppo della parte destra del cervello?

Stefano Meazza ha detto...

finalmente è capitato anche a me!
una signora di mezza età che entrava alla Hoepli di milano a chiedere "la mia vita disegnata SBAGLIATA". grande.

Gipi ha detto...

Giosing:
No scuse. Tutto a posto. Non ti preoccupare :)

Altri:
Si, rispondo ai tonti anonimi che insultano e non a chi mi scirve cose buone. E' una mia debolezza, vogliate perdonarla.
Ringrazio comunque tutte le persone che hanno voluto dimostrarmi affetto.
Vorrei farlo singolarmente, ma non ce la faccio proprio.
Invece i tonti sono pochi, è più facile e poi, si sa , contnuano a interessarmi maggiormente i cattivi :)

enza ha detto...

oooooooooh ......meno male che c'è sergio ....perchè io che per musica ormai mi nutro solo di Ligabue .........questo Bobby Brown mica ci arrivo a sapere chi è :-)

Il tuo libro ......ora ho capito perchè IBS ci mette così tanto a consegnare (e io intanto ci ho aggiunto anche quelli del rosinki ...................che era meglio che i dati della nuova carta di credito non ce li mettessi lì) più il tuo libro tarda ad arrivare più libri aggiungo a quell'ordine ...........

Invece sai il libro del treno? ma è quello della Betty Edwards disegnare con la parte destra del cervello? ..............ho provato ad utilizzarlo questa estate ........è difficile :-O ma i risultati sono davvero sorprendenti anche per chi come me non disegna ma "pastrugna" ........... e mi sa che ora mi ci rimetto a provare ........oggi preparo un nuovo mirino (che l'altro l'ho scordato al mare) ...........ciao

amalteo ha detto...

Non ragioniam di lor, ma guarda e passa.

Da: Divina Commedia, Inferno, Canto III, 51

Analia Pierini ha detto...

Caro Anonimo
Il mio nome ha l'accento sulla I , è un nome argentino... credo... :b al meno in Argentina è molto comune.
non ti faccio commenti di come mi vergogno quando mi chiamano con l'accento sulla A del mezzo...
non so mai dove nascondermi più velocemente.

Anonimo ha detto...

stare attenti alle parole...già...proprio per ciò ti avevo scritto... e la valenza della mia citazione errata era la stessa di "che scemo", anche se ammetto che quell'era poteva indurre al fraintendimento... Ma il discorso non cambia, e ciò che avevo scritto dopo, ossia che mi pareva l'avessi detto con affetto, mi sembrava abbastanza chiaro (solo uno stupido poteva pensare che Andrea "fosse scemo", e tu non sei uno stupido, forse solo un tantino insicuro forse, -non offenderti,ma fa un po'a pugni con quel facile "scemo"- a giudicare da come rispondi al pover uomo che ti da dello sfigato....).
Lungi da me poi ogni sacralitá e ogni mitizzazione postuma, (gli menerei fosse qua), ma il rispetto é altro...rispetto per le persone e per i gesti, anche quelli che non comprendiamo, he ci fanno rabbia, o che liquidiamo con superficialità... é tutto piú complicato di cosí e so che lo sai. È per questo che mi ha ferito, per il contesto, per la facile presa di posizione, per la troppa semplicitá in cui nascondiamo spesso la nostra facile sicurezza... e troppi avranno pensato che davvero il valore sta nella durata, nella resistenza, nel tentativo di accreditare la nostra superiorità... non rispondere con faciloneria, o per semplice contrapposizione....pensaci...
e... "fai attenzione alle parole..."...
Riguardo al sacro poi, ne riparleremo magari, ma anche su questo niente facili assolutismi...
Con affetto vero
Nogix

Gipi ha detto...

Si Nogix, le cose ce mi scrivi possono trovarmi sostanzialmente tutte d'accordo.
Però c'è pure il fatto che stavo in tv, che non c'ero mai stato prima, che prima di entrare in studio stavo per svenire che ci avevo il sangue ai polpacci, che mi è arrivata una domanda inaspettata e che ho risposto di getto, pensando a quel giorno (e quel giorno io pure giovinottino) e ho detto quel che ricordavo.
E non ero la persona, ne' era quello il posto, ne' era quello il momento per un discorso più articolato sulla cosa.

E mi fa strano, comunque che ciò possa ferire qualcuno (cioè te, nel caso). Perchè chi se ne fotte di cosa pensai io della morte di Pazienza?
Dovrebbero (se proprio non se ne può fare a meno) parlarne i suoi amici, i suoi amori. Mica io.

La mia opinione in merito è assolutamente irrilevante.
Per me Pazienza fu fondamentale per imparare e scegliere questo mestiere. Per capire che si poteva fare, e in un certo modo, poi.
Ma non porto testimoni, non ho avuto amicizie con lui, insomma, è stato un mio idolo del racconto per anni e insegnante per dieci giorni. Tutto qua.
Perchè restare feriti dalla mia opinione quando la mia opinione in merito non conta un cazzo?

E poi, io quello pensai. Stavo al telefono: Pensai proprio, esattamente, quello: "Che scemo".

Poteva fare un milione di storie ancora e trovarsi nella merda fino al collo cercando di raccontare questi tempi, e avrebbe dovuto resistere al rincoglionimento, e trovare nuovi tratti e colori, e forme.

Si, pensai "che scemo", perchè intuivo che si era perso un sacco di cose.
E che in quel "che scemo" ci fosse tutta la pena e la compassione possibile, io spero di non doverlo neppure scrivere.

Gipi ha detto...

Info:
Il libro che trovai io era in inglese e si chiamava: "Drawing with the artist within".

Poi ho scoperto (se non mi sbaglio) che era il seguito a "Disegnare con la parte destra del cervello".
Entrambi scritti da Betty Edwards.

Per la questione artista depresso:
Io quando sto di merda sto di merda e basta. Scrivo e disegno prima o dopo, ma non durante. Durante non me ne importa nulla.
Però a volte nei momenti neri neri provare a disegnare (a dipingere sopratutto) mi ha fatto quasi bene.
Ma sono casi rari. Di solito penna tavolo carta e lampada rientrano nella categoria "nulla" che accompagna quello stato, e sono quindi inutilizzabili.

E' vero che nel "dopo" quando uno si ripensa e si vede ridicolo e accartocciato, può pure trovare spunto per raccontare. Dopo.

Anonimo ha detto...

Complimenti Gipi
ti ringrazio per avermi cancellato il post,
dai, lo capisco
in fondo...ti stai giocando il posto in prima classe.
meglio fare bella figura.

UNATONTA

Gipi ha detto...

Unatonta:
Ho pensato a cosa fare, se lasciare i post degli anonimi (ANONIMI) che offendono altre persone che ci mettono facce et email (nel mio caso pure indirizzo), e quindi fregarmene.
O rispondere a tono.
Ma non siamo ragazzini. E di tempo per queste stronzate spesso non ce n'è.
E poi, detto tra noi, io litigo volentieri con chiunque, ma bisogna che quel chiunque ci abbia una faccia, non si sa mai le cose dovessero degenerare.
Quindi da ora in avanti, se si vuol venire a fare gli stilosi acidini su questa pagina, ci si mette la faccina.
Altrimenti io, senza nemmeno un briciolo di senso di colpa, cancello i post.

Quindi vai, ti lascio questo post così che tu ci rifletta. fatti un bell'account su blogger, ce metti il nome e poi torni a fare il ganzino quanto ti pare. Mi casa es tu casa.

Gipi ha detto...

Ah, dimenticavo, era di questa fine riflessione di Unatonta che avevo privato i lettori di questo sito:


"Ciao Gipi,
volevo sapere se la promozione del tuo libro si basa su quante volte una intervistatrice dice pisello in televisione. Complimenti per il tuo bon ton nel trattare la morte del ferroviere.
sei tres unique in questo.

ma d altronde sei stato salvato da berlusconi."

Se ne sentiva la mancanza, vero?

Anonimo ha detto...

Aaaaaah! ma allora sei solo un bluff. Lo sospettavo ed ora me ne hai dato la certezza. Ti piace solo sentirti adulato, amato, coccolato dalle tonte innamorate. Ma questo è nulla ognuno è quel ke è. Tu, x esempio, non sai disegnare e riguardando bene l' intervista sei solo un falsone, peccato xké credevo ke almeno fossi sincero. Puoi cncellare tutti i commenti ke non ti osannano ma rewsti quello ke sei.

claudio.

amalteo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
amalteo ha detto...

caro gipi
c'è un libricino utile e le
liberatorio che serve alla immaginazione, quando le relazioni diventano fastidiose come uno sciame di moscerini.
vi si trovano raccontini così:

"Si puliva i denti come se non sapesse fare altro.
Lasciava il suo stecchino al lato del piatto per riprendere a stuzzicarseli appena finito di masticare. Ore ed ore, dall'alto in basso, da destra a sinistra, da sinistra a destra, da avanti a dietro, da dietro ad avanti. Sollevando il labbro superiore, come un coniglio, mostrando - uno dopo l'altro - gli incisivi giallastri; abbassando il labbro inferiore fino alla gengiva corrosa; finché gli sanguinò, solo un poco. Gli trasformai lo stuzzicadenti in baionetta, conficcandoglielo fino alle nocche."

Max Aub, Delitti esemplari, Sellerio editore, 1981, p. 14-15

con l'immaginazione, bien sure

KoKo ha detto...

mamma mia 'sta storia del pisello misa che non te la schiodi piu'. va a finire che in tv ci torni solo ad elisir =)

io dico di tutte le cose (belle) di cui hai parlato c'è gente che gli è rimasto in testa solo il pisello e berlusconi (che pure sono sinonimi).

da pretesto narrativo è diventato protagonista. e da ora in poi, se mi capitare di riascoltare Elio cantare le gesta di Jhon Holmes non potro non pensarti.

per esempio nessuno che t'ha chiesto dei duprass che secondo me era una parola perfetta per spiegare l'amore da fidanzati dei tuoi...

e comunque, dal vivo sei piu' bello! =)

Costanza ha detto...

Ciao Gipi,
sono anni che ti leggo. Sono stata una tua grande sostenitrice fin dall'inizio (regalando i tuoi fumetti praticamente a tutti quelli che conosco) e mi posso vantare di averti intervistato molto tempo prima di Daria Bignardi. Si era a Lucca comics 2006 e io ero timidissima e anche te eri, come sempre timidissimo e di una gentilezza immensa.
Mi sono sempre sentita molto vicina a quello che scrivevi. iL 10 dicembre, pochi giorni fa, è morto il mio babbo e ho ripensato molto a "S".
Tra l'altro devo scoprire oggi che anche te sei amico di Guido Catalano che sono anni che leggo (odoro la poesia 'i sombi' ma anche tutto il libro 'motosega').
E quindi ci sono come degli strani incroci, dei fili.
Insomma, perchè ti ho scritto?
Bò e che ne so, ti volevo solo dire delle cose.
Spero di rincontrati prima o poi.
Un saluto anche a quel pazzo di Igort con cui si rise molto una sera che eravate entrambi alla Feltrinelli di Firenze per presentare le ristampe della mondadori, mi pare.

Costanza.Baldini@gmail.com

link alla mia intervista:
http://www.intoscana.it/intoscana/mediaviewer.jsp?tipologia=2&idmedia=13419&id_categoria=713&id_sottocategoria=&id=&tipologia1=Tutti&language=it

MaGiLLa ha detto...

Sto ancora riflettendo su ciò che mi hai detto a Napoli un anno fa. Probabilmente non smetterò mai di farlo.

Grazie!

Gipi ha detto...

Oddio, che t'ho detto?

MaGiLLa ha detto...

Che se guardo soltanto dentro di me per raccontare storie sarà sempre più piccolo di tutto ciò che c'è fuori.

Ne sto facendo tesoro e ci sto ancora rimuginando su!

Anonimo ha detto...

A Gipi!
e meno male che hai detto che eri punk nell intervista, che mi sembri più un gatto sornione leggendo questi post.
Forse volevi farti compiacere dal pubblico ben educato della Daria, perchè hai ridotto la visione del punk a gente che sputa per terra.
Non mi stupisco se le vecchiette vanno alla ricerca del tuo libro. Le rassicuri.
Parliamo di Bad Trip, che studiava lavorava era punk e andava a raccoglie le cozze col padre.


Giacomo

nita ha detto...

sei veramente ganzo

a pisa il mio professore diceva: esiste la pisanità (con voce fiera) e la pisanaggine (con voce sprezzante)
tu sei piena espressione della pisanità!

cercherò il tuo libro

grazie.

p.s. guido catalano è anche il mio poeta preferito

nita

pierfra ha detto...

ero un poco arrabbiato perchè, dopo averlo letto, volevo regalare a dei miei amici LMVDM, ma quando sono andato nella mia fumetteria mi hanno detto che era andato a ruba dopo che eri stato dalla Bignardi.
La cosa mi ha dato fastidio, per vari motivi, tra gli altri perchè ho riprovato con dispiacere un senso di superiorità che non provavo da anni e che è molto brutto del tipo :"quando io già comperavo e apprezzavo gipi non lo conosceva nessuno", ed altri sentimenti di fastidio e fastidiosi. adesso ho visto l'intervista e penso che se non ti avessi già conosciuto, ma anche se non amassi il fumetto quanto lo amo, al mattino dopo la prima cosa che avrei fatto sarebbe stato andare a comperare LMVDM.
quindi posso capire tutti coloro i quali, saccheggiando le librerie, mi hanno impedito di regalarlo ai miei 2 grandissimi amici (Fossa e Maria).
che dirti, continua così, anche se un giorno riuscirai a capire la prima classe, io non te ne vorrò, purchè me la racconterai disegnata, anche male.

Francesco ha detto...

Caro Gipi,
io ho fatto il percorso contrario a molti: ho letto tutti i tuoi libri in tempi non sospetti, ho comprato LMVDM appena uscito in libreria, leggendolo - ipnotizzato e incredulo - tutto d'un fiato (e rileggendolo più volte da allora)la sera stessa, fino a tarda notte, una volta addormentati moglie e bambina. E ora mi sono visto sul tuo blog l'intervista alla 7.
E tutto questo nonostante io sia di Livorno...

luca mastroserio ha detto...

ciao mr gp,
è appena nato gesù bambino, o almeno così dicono, oggi x caso ho ascoltato un pò della tua intervista in radio e stasera sono corso a dare un volto a quella voce che mi faceva prefigurare un ometto strano ma che pensavo + carino. va bene lo stesso. nn so neanche xchè t sto scrivendo, per ammirazione e invidia (nn cattiva, se è possibile), credo. a breve compirò 34 anni e continuerò nel rimpianto di nn aver avuto abbastanza passione, la stessa che hai avuto tu, e lo dico a prescindere dal fatto che il tuo talento sia stato pubblicamente riconosciuto.amavo disegnare ma lavoro come visual x mondoconvenienza....potevo fare di meglio....
riguardo l'anima e la tv, nn credo sia grave la cosa, ma sei gìà d tuo un "personaggio" e come tale la tv cercherà ovviamente ancora di sedurti. sei un narciso ma fregatene, sappi esserlo con classe.
luca mastroserio (da roma)

Neko ha detto...

wa, che dire, sei meraviglioso, meno male che ci sono anche storie speranzose per i giovani fumettisti!

Fabrizio Guerrini ha detto...

Ciao Gipi, sto leggendo in questi giorni "LMVDM" e devo davvero farti i complimenti... la storia mi piace, e le illustrazioni a colori sono bellissime...
Auguri per un lieto 2009 !!!!

el gae ha detto...

sai, da quando sei apparso in tv (su la7) non faccio altro che sentir parlare di gipi,da mia madre, le mie zie.figurati che mia madre per natale mi ha pure regalato il tuo fumetto...e ti assicuro che è un evento!
ancora mi stupisco del potere della tv e comunque complimenti ancora per i tuoi lavori!
è gipi-mania (almeno in casa mia)
ciao!

miremari ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
miremari ha detto...

Splendida! ieri mi sono riletta il tuo 'esterno notte' comprato a lucca nel 2004, quando ancora (da brava ignorante) non sapevo chi fossi...

mishima72 ha detto...

Un mese fa leggo 'Ghiaccio 9' del grande Kurt Vonnegut. Più o meno negli stessi giorni vedo in una libreria Lmvdm, ovviamente mi piace, ma come sempre mi capita, rimando l'acquisto a tempi migliori. A Natale un nipote del mio "compagno" glielo regala, una settimana fa lo leggo. Questa sera mi ritrovo per caso in questo blog, e mi imbatto nell'intervista della Bignardi. Sento la parola "incomprensibile" che incomprensibile, per me, non è: 'duprass' è in Ghiaccio 9, Kurt Vonnegut...

emanuela ha detto...

Ho letto LMVDM. Sai che quando sono arrivata alla fine e ho chiuso il libro, anche io ho provato a farmi gli occhialini del bambino? Sai che ho quasi CREDUTO che qualcosa ci potessi vedere realmente, con quegli occhialini? Alla fine così non è stato. O perchè si vede quel che si vuole, o perchè ognuno ha le sue lenti da cui guardare la vita. Al momento le mie non le ho trovate, e sono perciò cieca. Comunque sei una persona molto intelligente, ma la tua migliore dote è la sobrietà. Quella sobrietà di chi vede il mondo in sintesi,in sostanza.

Junkie ha detto...

Chapeau per Duprass :-)

Mukkopazzo ha detto...

Sono l'unico a cui si blocca il filmato??? uffa....

ho appena finito di leggere LMVDM, e ha superato "Questa è la stanza" nella mia classifica di gradimento delle tue graphic novel...grazie!!!!

Mukkopazzo ha detto...

Ok, l'ho trovato su youtube:

io vs. tecnologia 1-0

珊珊李 ha detto...

抓姦,外遇,徵信,徵信社,徵信公司,尋人,抓姦,外遇,徵信,徵信社,徵信公司,尋人,抓姦,外遇,徵信,徵信社,徵信公司,尋人,抓姦,外遇,徵信社,徵信,情趣用品,情趣

Anonimo ha detto...

wow. ho 18 anni e navigo nell'illustrazione da poco, che bella quest'intervista, e i tuoi lavori che sto scoprendo. grazie gipi.
francesca

scarlet ha detto...

Thnx a lot for giving out that Online Pharmacy data, I browsed for it earlier yet could discover this just there and here. Jot down more!