settembre 25, 2006

GIN (Generose incoscienti novità)

Piccole novità per queste pagine.
Dopo l'apertura di Gipifrance, l'eroico Massimo "Presquejamais" Colella ha realizzato delle nuove pagine per questo sito.
Una biografia aggiornata, per cominciare, redatta dalla gentilissima Valeria Lattanzi, che ha studiato e conosce il mio lavoro molto meglio di me e (finalmente) una pagina con i libri pubblicati.

Ora, dato che Massimo è un generoso e io un incosciente, nella sezione di anticipazione dei libri ci sono un sacco di pagine da leggere e pure qualche storia completa a risoluzione scandalosamente alta.

Buona visione

22 commenti:

syda ha detto...

...Effettivamente hai ragione, sei un po' un incosciente! :) PERO' CI PIACI COSI'!! Grazie dell'incoscienza, allora, e grazie a tutti i tuoi aiutanti generosi!

valeria ha detto...

Che meraviglia! Mi sono goduta Diario di fiume con vero piacere. Complimenti, davvero. E' un racconto morbido e sognante e con la quella risoluzione sono potuta entrarci dentro nonostante il monitor: per cui grazie a te e alla tua generosa incoscienza.

CapitanCatarro ha detto...

ora sì che si ragiona, mica come quegl'altri tirchi della pennellessa che mettono su internet paginine striminzite di 7k.

paoloraffaelli ha detto...

Ho visto or ora il manifesto di Lucca sulla quarta di copertina di FdC.
Bello, sempre un ottimo uso del colore (sarà che io mi ci impicco...) e bella la quinta con i pirati che guardano verso "l'isola".
Però hai un po' economizzato sulle alberature, eh? ;-D

Gipi ha detto...

paoloraffaelli:
Il problema è che se disegni due navi da dietro con tutti gli alberi e le velature poi non ce sta altro.
Insomma non si sarebbe visto altro e qualcuno mi avrebbe poi scritto che avevo economizzato con i pirati.

Quello del fumetto può essere un ambiente ostile.

Anonimo ha detto...

Grazie di cuore! Mi unisco al coro delle lodi sperticate che te le meriti tutte!

Pietro

perec ha detto...

e' vero. quello del fumetto puo' essere un ambiente ostile. io non capisco come sia possibile entrarci senza almeno l'antirabbica... e il libretto giallo della profilassi scolastica. gippico, son qui che sconclusiono con l'inchiestina. mi son fatta un giro all'indirizzo che mi mandasti e son decisa a diventare fumettista. solo dopo la necessaria profilassi. besos.

Luc ha detto...

sempre un vero gentiluomo. grazie per tutte le belle cose che sono in linea.

ausonia ha detto...

bello vedere tutto il tuo lavoro... insieme. grazie!

c. ha detto...

...me piace tutto...TUUUTTTTTOOOOO !!!!
grazie gipi, grazie e grazie e grazie e grazie ancora..

paoloraffaelli ha detto...

"Quello del fumetto può essere un ambiente ostile."

Ho lavorato in Bonelli... :D

manuele ha detto...

caro gianni, esco adesso dalle storielle verticali (i bambini non si toccano), rido da solo di fronte allo schermo come con coglione, allora la ragazza norvegese che lavora in studio di fronte mi guarda un po' schifata e io le dico "no no, è che leggo i fumetti su internet" e lei mi guarda ancora peggio. Mi dico: cerco di spiegarle in inglese la storia, ma mi fermo alla prima battuta perchè è come cercare di raccontare un barzelletta in tedesco.
insomma tutto per dire: eccezionale, lo so te lo dicono tutti e allora lo dico anch'io.
un abbraccio

bardamu ha detto...

guardando "l'insieme" è sorprendente come in tutte le tavole la tua mano sia evidente ma ogni volta diversa.
non avevo mai visto "le facce nell'acqua". ti posso chiedere che tecnica hai usato?
grazie
ciao

Gipi ha detto...

paoloraffaelli:
Io in realtà dell'ambiente del fumetto non ne so quasi niente.
Scherzavo :)
Era solo un commento per una discussioncina avuta in questi giorni.

manuele:
happy d'averti fatto ridere .
Un abbraccione. Manda disegni!

bardamu:
La tecnica è quella usata per tutte le storie di Esterno Notte.
Pittura a olio e pennarellino e carta da lucido su fondi preparati con ammannitura.
Le luci sono a volte grattate via, a far spuntare il fondo bianco, con la carta vetrata , punte di metallo, etc.

bardamu ha detto...

grazie, gentilissimo!
domani vado a comprarmi "esterno notte" che mi manca, così poi me lo leggo.
l'avevo visto velocemente da un amico ma mi sembrava virato in blu..
non l'ho riconosciuto.
ciao

Anonimo ha detto...

Tante grazie per queste GIN ... grandi ispirazioni !! Thanks for the inspiration GIPI ...
Un mito ....

Enrico

paoloraffaelli ha detto...

Le facce nell'acqua è molto bello, ma anche gli altri.
Mi piace molto l'atmosfera, le storie (quasi non-storie), la compattezza della narrazione.

Ci vieni a Roma per Romics?

perec ha detto...

la risposta a questo quesito è impegnativa. a) porti la biondina, please? b) dì di sì, digli di sì. (la mia mappa libraria di roma, la ricevesti?)

Anonimo ha detto...

Rivedere i tuoi lavori per Blue mi ricorda di quando, sotto effetto di Diario di fiume, scommisi tutti i miei averi su di te, sul fatto che avevo tra le mani il lavoro di uno tra i più capaci fumettisti mondiali. Sei anni dopo eccomi qui, a scrivere dal portatile, seduto sul bordo della mia piscina vuota (identica a quella di Ben Affleck).
Grazie ancora.

Gipi ha detto...

paoloraffaelli:
Non ce la faccio a venire a romics, sono in chiusura libro e sono stanco morto. Sarà per la prossima volta.

Perec:
idem sorella.
Oggi abbiamo messo su SantaMariaRadio. Poi ti chiamo.
Prossimamente su queste frequenze.

Anonymous:
Grazie a te (e a Ben).:)

roberto la forgia ha detto...

un abbraccio da roberto

perec ha detto...

tu sei pazzo.