dicembre 04, 2005

Lire.fr

Per me è una buona notizia:
La rivista francese di letteratura "Lire" ha stilato la lista dei venti migliori libri dell'anno.
La versione francese di "Appunti per una storia di guerra" è tra questi.
La notizia buona è che i venti libri non sono libri a fumetti.
Sono libri e basta.
Per quel che ne so, solo "Notes pour une histoire de guerre" contiene anche dei disegni.

La rivista italiana "Lo Straniero" invece, mi ospita con una copertina e un certo numero di illustrazioni all'interno.
Consiglio la lettura della rivista, miei disegni a parte.
Lo Straniero si trova in libreria.

13 commenti:

andrea barbieri ha detto...

E' una notizia bella ma poi viene da chiedersi: in Italia potrebbe succedere?
sob sob

Claudio ha detto...

Ciao Gipi, volevo chiederti della carta per l'acquerello che usi. ne avevi parlato in un precedente post ma non lo trovo. Mi dici dove posso comprarla?
Ti ringrazio
PS: sarai a Romics?

a. ha detto...

questa è una grande notizia. sono molto contento per te, e devo dire che la francia è sempre all'avanguardia nell'arte e nella cultura. pensate che quando jeff buckley aveva appena pubblicato grace, da noi suonava in un localetto di correggio tipo centro sociale, mentre a parigi suonava all'olympia, e lo stesso will oldham ( magari non lo consocete:: è un grandissimo musicista, noto anche come bonnie prince billy). ed anche gipi, ora, si aggiunge alla lista. bellissimo.

Panda ha detto...

Se continui così ti dovremo incontrare al festival della letteratura a Mantova! L'unica cosa che mi sento dirti è continua così perché stai facendo quello che ti piace fare, e questo mi rende contento per te. Non me la sento più di dirti che sei bravo, alla fine diventa stucchevole...

Un abbrazo

Robbè

Gipi ha detto...

Andrea Barbieri:
Non lo so. Speriamo di sì. Uno poi mica ci pensa..però quando succede fa piacere.

A.
Ora mi cerco Holdam che, naturalmente, non conosco.

Claudio:
Ne uso diverse. Quella di cui avevo parlato è la "Moulin du coq , Le bleu".
Che io sappia, in italia non si trova.
Io la ordino su internet sul sito www.creastore.com.


Panda:
Va bene per Mantova, a patto che io ci possa essere con un libro pieno di disegni :)

p.s.
Sono al turbolavoro sul nuovo volume della serie Ignatz. Dovrà uscire per Angouleme e i giorni sono pochi pochi pochi...più avanti metterò su un'anteprima.

giovanni ha detto...

Che bella notizia!
Non solo per te, ma per tutto il fumetto. Anzi, per tutta la letteratura.
Come dice l'editoriale di 'Lire', è "l'occasione per dire fino a qual punto noi di 'Lire' crediamo che il fumetto sia un genere letterario nobile. E che gli autori di questo genere siano dei veri e propri scrittori".
Ah, la France!
Speriamo che questo spinga i nostri autori a scrivere cose più 'nobili'.
Un abbraccio

Anonimo ha detto...

Ciuao Gipi! Vedietti appena ora "Appuntamento a Belleville", un film di animazione franco-canadese. Bellissimo. Ne consiglio a tutti la visione. A quando un tuo film a cartoni? Sarebbe stupendo!

LaGiardiniera ha detto...

UÀUUU! Ci voleva una notizia come si deve... Gipi, sei proprio una consolazione (per non parlare dell'orgoglio da pisana acquisita: solo tu me lo risvegli, a dire il vero)!

Panda ha detto...

E che cazzo, Gianni!!! Non posso finire di farti i complimenti che mi tocca rifarteli!!!!

Piantala! Lascia qualcosa pure agli altri!!! :D

hehe!

Ancora altri complimenti!

Robbè! ;)

andrea barbieri ha detto...

Robbè anch'io la penso come te sui complimenti. Vorrei farne per esempio a Questa è la stanza, vorrei dire che aleggia qualcosa di intensissimo in quelle vignette, a partire dalla prima quella dello sbigottimento nello sguardo dei protagonisti; vorrei dire che il linguaggio di Gipi diventa sempre più saldo, efficace, essenziale, autonomo rispetto alla letteratura, al cinema... Tutte queste cose però non le dico, perché c'è ancora da fare e a me piace troppo vedere il Gipi che ogni volta rivoluziona qualcosa.
A questo punto che dire?, potremmo metterci d'accordo tutti su un codice in cui le parole hanno il valore contrario, e quindi intervenire così: per me questo fumetto è una cagata colossale mi sembra che l'autore sia uno che mena il can per l'aia senza costrutto, mi sembra che questa storia sia uguale a quella del libro prima... :-)

Panda ha detto...

X Andrea... no è che sembrerebbe che vermente ne abbia vinto un altro ancora... insomma... Gianni Rubamazzetto Liberatutti!

:)

Robbè

Ulisse ha detto...

Grande Gipi!
Finalmente facciamo vedere all'estero qualcosa di buono, in questi tempi tristi...

Marion ha detto...

Un peu responsable de votre classement dans les 20 meilleurs livres de l'année 2005 (je suis l'auteur de l'article et votre soutien inconditionnel à Lire aussi bien qu'à L'Express), je suis heureuse de voir que cela vous fait plaisir! Vous lire en est un autre. Bravo pour votre travail et pour ce prix Goscinny si mérité, et en attendant les prix d'Angoulême!
Amitiés,
Marion