novembre 17, 2005

Tutto bene

Rieccomi.
Dopo il simpatico esame fatto stamani, torno tranquillo: niente cose brutte.
Dovrò fare altri esami per capire bene cosa confabula il mio organismo, ma stiamo nelle malattie che se ne vanno con gli antibiotici.
Sono fortunato.

I problemi con il server di aruba invece non sono ancora stati risolti, non riesco a mettere immagini e non visualizzo i commenti. Spero di risolvere tutto in fretta.
Sono contento della discussione nata nel post di Lucca, secondo me fa bene parlare delle cose.
Ora che sono tranquillo posso pure partecipare.

5 commenti:

Panda ha detto...

Arrivo in ritardo... ma evviva, evviva che le cose siano meno brutte ed evviva gli antibiotici che ti guariranno.

Sui problmi del post... io credo che la causa sia di e-blogger e non di aruba. Il Dabase dovrebbe essere residente su di loro e non in locale da te. Cmq, ho visto che in questi giorni stavano alvorando a delle modifiche del software, magari è tutto dovuto a quello.

ciuzz

pandaRobbè

Claudio ha detto...

Ciao Gipi, ho terminato di leggere i tuoi due nuovi fumetti che ho preso a Lucca! Ne ho fatto un post sul mio blog con le mie personali impressioni. Spero di leggere presto altri tuoi lavori e complimenty sempre!
Claudio

samuell calvisi ha detto...

ero a fiesole.. ti ho fatto delle domande su mattotti e sui tuoi cortometraggi.. non so se ti ricordi (non è importante).
volevo ringraziarti. sei stato una scoperta sia artistica che umana. pensavo di trovarmi davanti la solita "faccia di culo" con del talento, invece è stato bello ed emozionante sentirti parlare.. (tanto che il giorno dopo ho comperato un pennellino di martora e una penna con inchiostro acquerellabile per tornare a disegnare delle storie. grazie). samuell

Ulisse ha detto...

Sono contento che tu stia benino!
Buona guarigione ad antibiotici, e a presto!

Gipi ha detto...

Panda:
La causa dei guai era in Aruba. pare che abbiano aggiustato tutto.
Il problema per i drogati di internet come me è che quando si interrompe la comunicazione ti vengono le crisi di claustrofobia.
Viva gli antibiotici :)

Claudio:
Ho letto la cosa che hai scritto riguardo a "Questa è la stanza". Che posso dire? Sono contento.
Avevo un milione di dubbi su questo lavoro (anche sugli altri, in realtà) dovuti alle condizioni in cui avevo lavorato, senza mai poter essere in pace.
Leggere buone opinioni mi rincuora davvero.
Merci.

Samuell:
Certo che ricordo.
Ogni domanda fatta dal pubblico durante un incontro andrebbe ripagata, dall'autore, con doni in denaro sonante :)
Le domande ti salvano, sopratutto se, come me, ti taglieresti una zampa piuttosto di fare un incontro noioso e a senso unico.
La cosa che mi dici, dell'acquisto del pennelo e del tornare a disegnare, è carezza all'anima.
Grazie anche a te.
(li vedremo, i disegni?)