febbraio 16, 2007

Venerdì mattina

Definitivo: Userò la Carta Moulin du coq.
Ho preso ad utilizzare un poco anche degli inchiostri (acrilici liquidi), per ritocchi fini e colori vivaci.

Trovato il nome per il capitano.

Trovato il nome per il secondo.

Comincia a definirsi un'idea di Quartermastro.

Fatto diversi test di pittura per i personaggi di colore. Tutti insoddisfacenti.

41 commenti:

Anonimo ha detto...

STAI ANDANDO ALLA GRANDE!!!!!!!!!! Come al solito tu dei complimenti te ne sbatti le ANCORE e PAPPAFICHI, pero' penso che i disegni siano vermante belli!
E se non metti qualche mobile di IKEA nella stanza dal capitano penso che piu' o meno abbian dei mobili di legno e delle vettovaglie di terracotta o cermica ( mica siamo nella preisotiria)
Per il bene del fumetto SPERO NON CONDIVIDERAI I MIEI COMMENTI SUPERFICIALI ;-D pero' neppure puoi farti un viaggio nel tempo , quindi penso che la tua sensibilita' nel disegnare accontentera' circa il 110% di chi non vede l'ora di leggere questa storia!!! appena avo il fumetto in mano mi noleggio un patino e me la leggo a largo cosi' il dondolio del mare e il rpofumo dello iodio mi fara' entrare ancor di piu' nella storia!!! :-))))

Ivan

syda ha detto...

Ahem. Te lo ricordi il mio nome vero? Perchè somiglia tanto a quello del Capitano! Secondo il copione, io, da femmina, dovrei offendermi e arrotolarmi il cervello pensando che è tutto un complotto, però mi ribello al Regista e ti dirò che in fondo è da quando sono piccola che vorrei essere un cattivo (per la precisione Scar!)!
Quindi, per ora, la mia ipotesi di trama è che il Capitano, a furia di stare fra ceffi masculi "rinchiuso" nel mare, si è perdutamente innamorato di Ciuffo.
Umh.
Sto confondendo realtà e fantasia.
Ma sì!
:)

Anonimo ha detto...

Scusa Gipi, ma avevi detto che non facevi studi preparatori per i tuoi fumetti?

Gipi ha detto...

Ivan:
Ikea, grande idea. Ecco come arrederò tutti gli ambienti della storia. :)

Syda:
Calma, tutto andrà bene :)

Anonimo:
Si si, lo dissi.
Più o meno la frase stava tra "non farò mai una storia di pirati" e "non ti lascerò mai".

Già! ha detto...

Questi schizzi sono emozionanti,non vedo l'ora di leggere la storia!
ieri notte ho fatto un sogno e l'ho immaginato come se fosse disegnato da te! sono forse malato?
Saluti,
G.

l'amico del Killerino ha detto...

Che ceffi! Belli però. La quarta testina dall'alto mi ricorda qualcuno, ma non sparei dire chi. Quando leggo i fumetti mi chiedo a volte da dove vengono certe facce che usi. Ed in generale da dove vengono le facce che usano i fumettisti...
p.s. non c'entra nulla, ma un giorno mi piacerebbe leggere la storia dei figli di "faccia".

Luc ha detto...

I miei 2 cents : hai fatto benissimo a scegliere MdC. Secondo me è fra le carte migliori che ho mai usato. E, oltre tutti i pregi riguardo l'acqua, ha anche quello di farsi lavorare benissimo dalla G-Tech. Poi adora anche il dorso del pennello ... la punta a scavare !! Spero solo che la tua riserva di MdC sia ben pingue.
Il Quartermasto è perfetto. Per i "colored" c'è da lavorare, non sono per niente semplici con l'acquerello. Più terre? Domani ti mando una scansione di una cosa di Winslow Homer

Gipi ha detto...

Luc:
Si si, non ci sono ancora. Sulla metro a Parigi, puntavo ogni ragazzo di colore che mi si sedeva davanti, per trovare i toni, ma poi rischiavo che mi spaccassero la faccia o mi baciassero.

grazie per la bella pittura che mi hai mandato, domani mattina la uso per fare la lezione.

Thomas Magnum ha detto...

Quartermastro spacca! ;)
eheh..."Il Nero" mi piace e mi sa che Syda si chiama Eleononra...uh, che genio del male che sono...

Se gli aggiornamenti sulla tua storia di pirati manterranno questa frequenza rischio di sviluppare una devastante forma di epilessia prima dell'uscita del libro...

KoKo ha detto...

Allora, ricapitolando, se ho ben capito.
Sarà una storia di un Capitano gay inconspapevole che realizza la sua identità sessuali innamorandosi di Ciuffo, un mozzo col nome da cane. Prospereranno felici nel loro galeone arredato full Ikea, consumando notti di passione fra una lampada Duno e una libreria Expedit.
Finale intrigante e sperimentale con un salto temporale che vede i loro pronipoti incontrarsi casualmente in Metro a Parigi e innamorarsi perdutamente. Da stabilire come possa essere di colore uno dei pronipoti =)

Baci e continua cosi amoVe...
Marco

Gipi ha detto...

Marco:
lol
Però non vale. Ora addio sorpresa...
:)

KoKo ha detto...

beh pero' potrebbe essere il prodromo, l'inizio del nuovo feilleuton di Gipi: "metrò,uno sguardo ce lo dò" (con Francese licenza poetica negli accenti).
Ovviamente su Ignatz.

Ora smetto,=)
Ciao,
Marco

Anonimo ha detto...

belli davvero complimenti!!!
quello che però mi incuriosisce di più è come fai a non stancarti della storia prima di finirla!
io qualcuna l'ho iniziata, e non mi veniva manco male (mi pare) ma dopo un pò mi vien voglia di disegnarne altre e ogni volta finisce che inizio cose nuove...mi è già successo due volte!
svelami il trucco!
bravo ancora e ciao
Stefano

marcocorona ha detto...

muchos besos caballero

Sam ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sam ha detto...

Mamma mia Gianni che roba stai facendo. Anche con il monitor sballato che mi ritrovo gli ultimi studi sono fantastici. Come succede da qualche anno a questa parte inizia l'attesa verso i giorni della tipografia e distribuzione. Buon lavoro.

Gipi ha detto...

Stefano:
il trucco è essere anziani.
Quando ero giovinastro non finivo mai una storia.
E il secondo trucco (secondo me) sta nell'individuare le motivazioni profonde della scrittura della storia.

marcocorona:
Muchos besos por usted tambien, hermano :)

Sam:
Penso che questa volta l'attesa sarà lunghina... speriamo bene.

alaska ha detto...

se hai bisogno di pirati guarda la foto sul blog del sam ( vestiti compresi )

Panda ha detto...

Uno) vaffanculo!!!! di cuore! perché? Pagherei oro per poter mettere anche questa storia in mostra a Lucca!!! ma non si può... troppo presto!!! Perciç invidio chi potrà farlo! :)

Due) spero che fari un bel libro di viaggio tra i pirati oltre alla storia, questri disegni se lo meritano!

Tre) ho perso le tracce della storia.. dove sei ora? paris o s. maria?

Quattro) ora besstemmio...nel senso che drò un qualcosa che potrebbe urtarti! ;) Una delle lezioni che passo Scarpa al suo giovane allievo Cavazzano fù che quando si disegna una storia non importa che le cose siano reali, ma che sembrino tali! Altrimenti corri il rischio che il lettore non le riconsca! insomma se una tavola non è imbandita come nell'ottocento o il pollo non è presentato come tale, non corri il rischio di sconfortare il lettore, anzi tutt'altro! Gli dai la possibilità di riconoscere le cose! Naturalmente il discorso per le facce dei pirati non cmabia.. queli li vogliamo brutti, sporchi e cattivi come tu hai scoperto esserre!
Cinque) Sì, puoi mandarmi a fanculo e dirmi... fatti i cazzi tuoi, rob! :)
Sei) ... niente, ci stava bene!

Sette) saluti.. ciuz!
Otto) firma... pandarobbbè

ago27 ha detto...

Il Quartermastro ha una preoccupante somiglianza con Adriano Pappalardo...
Sono veramente belli questi studi, e vedrai che anche la carnagione scura poi ti viene.
Ciao
Paolo (ago27)

syda ha detto...

...Thomas Magnum, i geni del male devono essere astutissimi e nella creazione del loro mostro machiavellico non possono permettersi un errore... Io non mi chiamo "Eleononra", attenzione! :P

Talking Head ha detto...

ciao gipi!...ehmmm...ti leggo e ti adoro...ma...per amore di un ragazzo grazie al quale ti ho conosciuto, sarebbe mica possibile acquistare una delle tue tavole?...ti ringrazio a prescindere per ciò che dai con le tue storie...
Nel caso volessi rispondermi ti lascio la mia mail: giulianasias[at]hotmail[dot]it
Baci forti da bologna.

Thomas Magnum ha detto...

@ Syda:
D'oh! Questi guizzi da genio del male sono un casino da tenere sotto controllo...il fervore della possessione demoniaca toglie la lucidità e capita che le dita martellino tasti a caso...ah, il prezzo del genio...

andrea barbieri ha detto...

Gipi, il secondo e terzo personaggio hanno una specie di risonanza rinascimentale: il mestiere delle armi, la ferocia, il profilo di federico da Montefeltro dipinto da Piero della Francesca...
Così, te lo volevo dire.

Gipi ha detto...

Panda:
Ciao Robertino, ti rispondo punto per punto.
1)Ehi Vaffanculo tu! (tono da Mean Street).
E non correre, ancora devo disegnare le pagine, per fare una mostra ci sarà taaaanto tempo...

2)Spero io me pure.

3) In questo momento sono a S. Maria Mater Dei Ora Pro Nobis.
Poi tornerò in France.

4) Si si, sono d'accordo.

5, 6, 7, 8...)
Spero di non deluderti, con i miei piratoni.
La storia è in scrittura e mi fa una paura cane.

Un bacione


Talking Head:
Alla prossima crisi economica ricomincerò a vendere originali. Al momento sono fermo, ma immagino che non tarderà ad arrivare, conoscendomi.
Quando arriverà avviserò e mi venderò pure gli appuntalapis.

Andrea Barbieri:
Grazie del complimentone :)

Federico Bertolucci ha detto...

La Moulin du coq si riesce a trovare in italia? E se si, dove? ...

Federico

Ps. Non posso fare a meno di dirti che questi studi sono fantastici. Sono vivi!

Gipi ha detto...

Thomas Magnum:
La cosa inizia nel lontano 2000.
Da sempre usavo fare canzoni sceme, roba improvvisata, con lo stesso tono deficiente che metto nei cortometraggi, ma applicato alla musica.
Ora, il problema è che la musica anche quando è buffa è più probabile che faccia cagare che ridere, perchè è musica, lavora a modo suo. Ha regole diverse.

Con gli anni, mi si è affiancato un amico caro superbatterista e abbiamo fatto le canzoncine insieme.
Lui, naturalmente, con me suonava la chitarra che non sapeva suonare. Batteria zero.

Io cantavo, che voleva dire che: dato un giro di chitarra a struttura pop, inventato sul momento et mai sentito prima , improvvisavo la canzone.
Quando lo facevo impazzivo e cantavo le cose che vedevo, con un minimo di attenzione a ritmo e metrica.
Il risultato era nove volte su dieci una merda.
Quell'uno rimasto però, veniva ripreso e lavorato. Facevamo sovraincisioni, cori, soli etc. Alla fine, il mio amico batterista ci faceva pure la batteria (dopo, e seguendo tutte le storture di tempo, una pazzia).

Risultato: roba stranissima. Praticamente inascoltabile ma con una strana verve e punte di originalità dovute all'improvvisazione ed agli psicotesti dai soggetti abbastanza particolari.

Poi mi sono rammollito e le canzoni si sono fatte più ordinate, tanto che il mio amico batterista ha pensato che avremmo potuto suonarle "davvero".
Cioè, passarle ad un vero bassista, un vero tastierista, un vero chitarrista. Lui avrebbe fatto il suo mestiere, cioè il batterista e io avrei rovinato tutto cantando male come al solito.

Abbiamo provato e l'effetto finale è stato forte. Diverso da come immaginavamo. Pian piano, con le prove e le nuove canzoni che intanto continuavo a sfornare le cose sono cambiate, la deficienza è stata soppiantata da una voglia di energia e potenza, i brani si sono induriti e compattati.

Ora non so cosa facciamo, ma so che quando attacchiamo alcune canzoni saltiamo per aria. E penso che questo sia un bene.

C'è da dire che i musicisti che suonano con me, adesso, sono proprio quello: dei musicisti veri e bravissimi. Per me, sentirli suonare i miei pezzi (che ora chiaramente modificano e riadattano secondo il loro gusto) è una lusinga incredibile. Qualcosa che credevo non sarebbe mai successo, e mi da grande felicità.

Vedremo se i brani daranno felicità anche a chi li ascolterà.
Purtroppo, come ho scritto, ci sono io che canto. Altrimenti sarebbero belloni.

Andiamo in studio a fine mese e poi, spero, live, in giro, a morire d'infarto :)

syda ha detto...

Bravo Gipi!! Hai messo una foto da scemo altro che furbo! :) Ora sto bene!
Sono sempre curiosa di SENTIRT(V)I. Ma, dicci un po', se ci puoi dicci, avete un'etichetta?, e se ce la avete, quele etichetta ce avete? Un modo come un altro per sperare di potermi acCIUFFare il ciddì nella mia big city!


@ Thomas Magnum
Perdonato. Solo per il "d'oh" sei santissimi e imprescindibili
THEEE SIMPSOOONS

:D

Daniele Mattei - Nemoid ha detto...

Ciao Gipi questi studi sono veramente fantastici !

Devo dire che ho conosciuto il tuo lavoro avendo comperato S. a Lucca :
Prima ti conoscevo solo di nome ma non avevo mai visto nulla.soprattutto, non avevo leto nulla, nel senso che per me sei un grande narratore.

Così sono andato alla mostra sempre a Lucca dove mi sono visto e rivisto con attenzione gli originali delle tue storie. veramente belli!!

Questa storia di pirati, devo dire che mi affascina, come tema, perchè essendo ambientata nel passato diventa un vero fumetto storico e di fiction cosa che (penso) non avevi mai tentato : GRANDE !

Io per ora sono più che altro un appassionato e ho ripreso a disegnare dopo parecchio tempo che lo facevo solo sporadicamente (no n on è la solita frase per giustificare la ancora scarsa qualità dei miei lavori : ho rallentato perchè ho una malattia rara agli occhi che mi ha buttato in una depressione terribile)

ora mi sto riprendendo.

fregandomene.

ti invito nel mio blogghino

encrenoir.blogspot.com

li trovi illustrazioni, per ora.
i fumetti stanno arrivando.

spero che ti possano piacere in qualche modo.

Daniele Nemoid

p.s. : la carta Moulin du Coq si trova facilmente?
io ho provato la Arches, per l'illustrazione di MIKA che ho fatto settimana scorsa ma è RUVIDAAAA da far paura e ho pensato : Gipi per S. ne ha usata una meno ruvida . l'ho vista !!

ciorven ha detto...

http://cgi.ebay.it/Nachtaufnahmen-Gipi-2005_W0QQitemZ120088796220QQihZ002QQcategoryZ28658QQrdZ1QQssPageNameZWD2VQQcmdZViewItem

Accidenti, c'è qualcuno che conosce il crucco? C'è un libro in tedesco che volevo prendere ma non ho capito la faccenda del te svizzero...
ps: purtroppo non la trovo più, ma ho la traduzione in arabo fatta da un religioso algerino (che non capiva che cosa era) dell'ultima tavola di Verde Matematico quella mitica di "unendo il giallo e il blu si ottiene sempre il verde e non il rosa o il marron"

sakkina ha detto...

SYDA auhauhuhauhaha
cmq gipi spacchi sempre e cmq cakio altro che insoddisfacenti...ma te sei il disegnatore lo sai te cosa vuoi tirare fuori.
sei eccezionale per me.
syyyydaaaa taaaaciiiiii

syda ha detto...

[Cara Sakka, non sei affatto più la sola a sapere chi sono: mi sono rivelata a MicGin! :) Tu non c'eri brutta tirapacchi, ma ho riso così tanto che sono finita sotto al tavolo! Domani a scuola ti mordo una gamba (ho fame), ok?]

sakkina ha detto...

infame guarda che c'ero stuppadaaaaa

Rossodisera ha detto...

Ciao Grande Uomo.

I pirati sono grandi, e penso li saprai gestire con la nobile maestria che ti contraddistingue da tanti altri narratori. I pirati a volte sono cattivi, celano lacrime nel profondo delle loro rughe, vedono orizzonti irragiungibili, fantasticano su isole che non ci sono...spero che con questa storia tu riesca a trovare un isola, un punto fermo intorno al quale girare e rigirare più volte, senza mai fermarsi...senza mai stancarsi di parlare di storie senza tempo.

P.S: non metterci Jack Sparrow, ok ?

Il-Lu-Minato ha detto...

Quartermastro è molto efficace. Incisivo, pieno di personalità. Intenso!

vincentbd/Renton ha detto...

ces visages sont incroyablement expressifs... cela nous promet encore une BD mémorable !!! Après des années, je ne me suis toujours pas remis du plaisir de lecture de Notes Pour Une histoire de Guerre. Bravo !!!!!

BlackBob ha detto...

Great work!!

BlackBob ha detto...

Great work!!

manel cráneo ha detto...

fantástico!!

珊珊李 ha detto...

伊莉,伊莉討論區,伊莉論壇,sogo論壇,台灣論壇,plus論壇,plus,痴漢論壇,維克斯論壇,情色論壇,性愛,性感影片,校園正妹牆,正妹,AV,AV女優,SEX,走光,a片,a片免費看,A漫,h漫,成人漫畫,免費A片,色情網站,色情遊戲,情色文學,麗的色遊戲,色情,色情影片,同志色教館,色色網,色遊戲,自拍,本土自拍,kk俱樂部,後宮電影院,後宮電影,85cc免費影城,85cc免費影片,免費影片,免費小遊戲,免費遊戲,小遊戲,遊戲,好玩遊戲,好玩遊戲區,A片,情趣用品,遊戲區,史萊姆好玩遊戲,史萊姆,遊戲基地,線上遊戲,色情遊戲,遊戲口袋,我的遊戲口袋,小遊戲區,手機遊戲,貼圖,A片下載,成人影城,愛情公寓,情色貼圖,情色,色情網站,色情遊戲,色情小說,情色文學,色情,aio交友愛情館,色情影片,臺灣情色網,寄情築園小遊戲,情色論壇,嘟嘟情人色網,情色視訊,愛情小說,言情小說,一葉情貼圖片區

mattia simeoni ha detto...

stupendo il capitano