febbraio 19, 2007

Pausa radio

Il gentile Francesco Locane mi segnala che sulle pagine di Radio Città del Capo c'è una mia intervista fatta con lui, in diretta, alcuni giorni fa per il programma Sparring Partner, .
Da qui potete ascoltarla direttamente.
Questo invece è il collegamento alla pagina dell'archivio di Sparring Partner. Tra l'altro vi trovate anche una intervista a Giacomo Nanni, una a Daniele Luttazzi e tante altre ancora.
Buon ascolto.

28 commenti:

Thomas Magnum ha detto...

Ecco. Adesso che so che la scrittura di getto di S. è DAVVERO una scrittura di getto sono passato dall'ammirazione alla paura.

Domanda da groupie: Ma con la band di cui parli cosa suoni?

KoKo ha detto...

Bella.

Il tema dei ricordi fasulli, come dici te, ha sempre intrigato tanto pure me. I ricordi che crescono con noi cambiano o si innestano.
Di nuovo, ci riflettevo poco tempo fa, alla conclusione di una lunga storia con una ragazza, una storia d'ammmore direbbero alcuni.

Riflettevo sul fatto che in una coppia, in una storia d’amore, nella fine di una storia d’amore, evitando di coinvolgere gli esterni, ci sono due punti di vista. Ci sono due storie quindi, fatte di ricordi diversi,di emozioni diverse di sapori e colori diversi.

Due storie parallele, entrambe vere e inconfutabili.

Da questo penso derivino la maggior parte delle incomprensioni e degli strascichi.

M'e' venuto di scrivere sta cosa non so se si capisce o se c'entra =)


Ma basta romanticherie, andare culo tutti quanti =)
baci,
Marco

Gipi ha detto...

Thomas Magnum:

Nella band, ahimè, canto e ballo.

Koko:
Andare culo :)

Thomas Magnum ha detto...

eh beh, mica te la cavi così...ora mi dici cosa canti e cosa balli, altrimenti andare culo! ;)

Luc ha detto...

E con quella bella Stratocaster di cui tempo addietro, con una posa alla Jorma Kaukonen (di 30 e passa anni fa), facevi sfoggio, che ci fai ? ... solo le foto ?
;^)

Gipi ha detto...

Luc:
E' una telecaster :)
E la uso nella premusica, quando scrivo le chansons.
Poi, con il chitarrista vero, non mi azzardo nemmeno a guardarla :)

syda ha detto...

INCREDDIBBBILE!
E' tipo la prima volta che posso timidamente dissentire da te! 8)
A me la telecaster nun me piace!! (Anche se il fascino ce l'ha sì, ma non mi piace!).
Te vojo bbene! :)

SQUARTATO ha detto...

TELECASTER DOMINA - e chi ha un idea diversa se la tronchi in quel posto.

kapakkione ha detto...

non vedo l'ora di vedere all'opera il capitano! sembra che dallo schizzo che hai fatto possa già incutere timore, deve essere un personaggio molto carismatico...buona continuazione allora!

SQUARTATO ha detto...

ah,question! Do you write the chansons in italiano?
Don't do the filo-'mericano now...! Ovvio, scrivere chansons in italiani it's difficult... per me almeno, ma it's stimolante.
what you do?

Towanda ha detto...

a proposito di interviste...se ancora sei disposto a farti massacrare dalla sottoscritta...io sono pronta! email?

presquejamais ha detto...

Allora, avendo avuto le privilege di ascoltare le nuove composizioni dei ********* di recente, posso dirvi che secondo me musicalmente sono una via di mezzo tra i CCCP ed i Radiohead (anche perché il modo di cantare di Gipi ricorda molto quella di Ferretti)...
Sono sicuro che al prossimo Festivalbar spaccheranno tutto !

Gipi ha detto...

Squartato:
Absolutely in italian.
it's molt plus difficil, ma if i cantass in english mi feelerei really imbecill. More than how mi sento già.
:)

Towanda:
oh yes. Ti ecrivo subito.

Presquejamais:
Le cose sono cambiate cara la mia spia.
Le robe che sentisti sono solo un innocente ricordo della violenza di canzoni come "l'avidità" o "voglio stare sempre da solo".
:)

presquejamais ha detto...

Ma quella del formaggino la farete ancora, spero... avevo già in mente il video da mandare a MTV !

ps
se fossi stato una vera spia, avrei soffiato anche il nome del gruppo, che tanto c'è google ;)

Luc ha detto...

Sono andato a controllare nel passato, effettivamente Telecaster era !!! Ma pure la Strato male non è. Quindi significa che avremo la possibilità di vederVi laive in turnè ... facci sapere, se vieni dalle parti di RM.

Bello il disegno su Repubblica di oggi ... bisogna disintossicarsi da tutti quei piratoni ogni tanto, o no? ;^) ...

Ci fai vedere qualche colored, che muoio dalla voglia di ammirare le soluzioni che hai trovato?

Niccolò ha detto...

Era da un pò che non passavo da queste parti, mi piace un casino questa nuovaveste del blog.
I disegni dei pirati sono Fantastici, complimenti vivissimi.

jacopo ha detto...

vorrei averlo scoperto prima il tuo blog.
ti ammiro molto.(e nn lo dico per "piacioneria"!)
quando si scoprirà il nome del gruppo?
per caso passerai da mantova comics?
e pensare che a lucca ti ho pure stretto la mano!ihih! ero con il mitico paolo campinoti...che ricordi...!

Renzo ha detto...

Ciao Gian

scrivi tanto della carta perchè mi pare di capire sia fondamentale per la tua tecnica a lavature leggere e successive.
Volevo fare tre domandine, visto che dicevi che condividevi e che se scocciavi di dirlo, visto che non scocci ma le tue sono lezioni imperdibili, ti chiedo:
1 - la tua carta è liscia, ruvida o ferrarelle? Di certe carte ruvide rompe che l'acqua travalica nelle montagnette successive e se uno ha fatto un tratto a china come i tuoi di contorno poi gira se l'acqua fuoriesce...
2 - tu che usi per fare i tuoi trattini a china?
3 - che fai aspettando fra una lavatura e l'altra? Lavori a più tavole contemporaneamente così mentre una asciuga lavori all'altra? O ti fai i caxxi tuoi?
:-)
Ho trovato nel cassetto della disperazione del passato le foto di quando sono venuto a casa a pisa. In una stai facendo il michael jordan de noartri buttando una carta a volo nel cestino. In un'altra hai la paglietta in testa e sintonizzavi l'antenna mobile per la tv.
Le scannerizzo e te le mando o il passato è passato?
uN ABBRACCIO ENORME. nON SO COME hai fatto a scegliere un soggetto come i pirati, così lontano da quello che hai fatto fino ad ora, ma poi a ben pensarci l'umanità putridescente e disperata in mezzo al mare.... che miglior metafora...
Stattebuonorevuàr

Sam ha detto...

Oh Gianni, vai in Francia e cade il governo. Dio bono torna.

syda ha detto...

Ecco!
Bravo Sam!
:D

eus ha detto...

Caro Gipi,
se mi bidimensiono mi inserisci in una bella storia? Cerco una fuga da questo paese triste e subnormale.

Baci in crisi di governo :-(

Gipi ha detto...

Luc:
I colored arriveranno: Ora ero in pausa crisi psichica. Ma passerà.

Renzo:
la carta dei pirati è una semiruvudina.
Marca: Moulin du coq.
Si trova in italia? No, che io sappia.

2: per il tratto nero uso una pilot g5. Non è china è pennarieddu.

3: mi phono i capelli.
Uso un phon per asciugare più in fretta le tavole. D'inverno è ganzo e te lo puoi anche puntare nel muso ogni tanto.
In estate può dare problemi.
Per le foto: manda. E' sempre istruttivo vergognarsi.

Sam:
Io con il governo non c'entro nulla. A parte averli votati questi imbecilli, non ho fatto altro.

Eus:
Secondo me faresti meglio a scegliere altre storie, nelle mie ti ritroveresti in qualche guaio di sicuro :)

l'amico del Killerino ha detto...

Nell'intervista parlavi di Mattatoio n°5, di Kurt Vonnegut. L'ho trovato in libreria e l'ho letto. Mi ha permesso di capire alcune cose, anche al di là di S., è un romanzo per certi versi illuminante. Insomma, grazie per la dritta.

aladar ha detto...

come sempre mi lasci senza parole.
anzi, ne ho 3 di parole...
Evviva la filibusta!

:-D

enrique ha detto...

Hi, Gipi! I don't speak italian, so i'll try with english. I've known your work a few months ago (too late) and i really love the way you tell stories. It's very difficult to find someone with this command of drawing and story-telling. Your characters really seem like live people, not only puppets. It's amazing how you move the reader across de pages, making the difficult simple.

I have a blog, too, and i would be pleased if you could take a look at it. That´s the url:
http://ciudadazul.blogspot.com/

Congratulations for your work and sorry for my english!!

Luc ha detto...

ola!!! accendila stà radio, fratello mio !!! come stai a Paris?

syda ha detto...

Senza parole.
Anzi no. Ne ho troppe. E ho paura di intasarti il blog.

Io l'intervista l'ho ascoltata ora, perchè da poco l'audio del mio pc è resuscitato.

E intanto, cosina piccola e personale, ti ringrazio. Perchè ero giù e mi hai fatto ridire (specie nel punto del punk :) ). Un'altra cosina è che ti maledico con amore perchè forse da fuori non si vede, ma io vedo come influisci su di me e sulla mia testina in crescita (spero!), anche se non arriverò mai a dire: "Di Gipi non me ne frega un cazzo!" ;)
Poi ti ringrazio in anticipo da parte di una mia amica (grande) che ha perso la mamma da un anno e fa la pittrice e vuole fare un quadro sulla sua mamma ma ancora non ce la fa e allora domani le presto "S." perchè le ne parlavo quando le dicevo che prima di fare il quadro deve... aspettare...
Poi ti maledico con amore di nuovo, cioè ti ringrazio, cioè non lo so... Perchè io ho una storia dentro che mi prude da matti... che per ora è solo nella mia testa (perchè sono una fannullona di merda!!)... ma è una storia... di famiglia...! E io lo giuro sulle mie mani che balbettano disegni che l'ho pensata molto prima di sapere di "S.", ma io lo so che quando la farò "S." mi verrà in mente e avrò il terrore di copiare senza volere e mi ingesserò e mi bloccherò e poi forse mi libererò ma chissà come...

E dato che sono in vena di farti complimenti... Il fatto che "S." sia limata ed equilibrata con quella magia solo tua è una cosa vera verissima. E oggi ti ho pensato quando il mio fantastico prof di lettere ci ha fatto l'Orlando Furioso e spiegava come se sposti una parola ti sviene tutto il ritmo...



Oh, sei tu che ci lasci la possibilità di commentare, io ne approfitto!! :P


(Grazie)

Daniele Mattei - Nemoid ha detto...

andare culo hehehe

S. è un fumetto che mi ha fatto riflettere molto.

Proprio perchè anch'io ho perso il papà , l'anno scorso.

Si chiamava Agostino, ma io lo chiamavo Beppe,come Enrico la talpa chiama Lupo Alberto,
e anche àgosten!
si alla francese , tanto per dire.

Ciao Beppe, che mi guardi di lassù
accenditi una sigaretta e veglia sul tuo Dani

Ciao pap