maggio 22, 2006

S. (ancora)


A Milano parlo molto con Igort.
Parliamo di S. il libro nuovo su cui sto lavorando. Gli spiego i motivi della lentezza, della difficoltà nel portare avanti una storia che mi risulta spesso dolorosissima e mi riempe di dubbi morali.
Esco rincuorato e rafforzato dalla discussione. Durante il viaggio di ritorno prendo nuovi appunti che spero mi permettano di ripartire con il racconto.
Igort lo voglio ringraziare qui, per l'attenzione e l'affetto che sempre dimostra. Lo scrivo per sottolineare l'importanza d avere un editore con il cervello e una cosa che pompa il sangue dentro il torace. A dispetto delle teorie dei tonti che vedono nella Coconino chissà quale struttura potente e segreta.

Nella storia c'è una pagina che forse salterà. La metto qui. L'ho disegnata durante uno dei giorni K che ogni tanto mi fanno ballare il cervello. Avevo scocciato due pennarelli insieme e per poco non mi si buca il foglio. Mentre disegnavo mi accorgevo di essere un pochino fulminato nel cervello, sembravo proprio lo stereotipo dell'artistoide sfasato che buca i fogli con i pennarelli scocciati e mi facevo ridere e mi facevo pure pena.
Comunque, se tante volte dovessi buttarla, almeno un giro tra i lettori se lo è fatto. Eccola qua.
Nei prossimi giorni: "S." ancora.

21 commenti:

marilina_ ha detto...

Simmetria Diabolica.

kiakkio ha detto...

ciao Gipi,
è molto bella...
mi domando cosa sarebbe uscito da quel disegno se tu avessi bucato il foglio...

Gipi ha detto...

Il tavolo, immagino.

kiakkio ha detto...

giusto.
...per bucare anche quello poi ci vogliono troppi pennarelli

miomao ha detto...

in quale cassonetto pensi di buttarlo, il foglio? così, tanto per sapere...
c&f

Gipi ha detto...

Eh eh. Questa mattina ho modificato il testo (infrangendo così la prima regola della storia) e adesso devo vedere come sta nel racconto. Può darsi che si salvi.

Daniele ha detto...

Bella, belli i tipi intutati.

il particolare della macchia con le prime cupole sembra una vagina coi seni,,
(mumble) sono ancora al post del codice da vinci?

Daniele marotta

roberto la forgia ha detto...

ciao gipi,
l'Uomo di cui parli è un justo.
mi ha dato molto piacere rivedervi a milano.

un abbraccione e coraggio

tuo
roberto

perec ha detto...

ho finito poco fa di ascoltare la registrazione della tavola rotonda. è un peccato sghignazzare a posteriori, ma è più o meno quello che ho fatto. complimenti. per i pensieri, per le parole e per i disegni.

Gipi ha detto...

Gentile Perec, che registrazione hai ascoltato? Di quale circolar tavola? Di Milano?
Scusa, ma sono un po' lentuccio :)

perec ha detto...

quella, esattamente quella. se vuoi te la faccio duplicare. o ti faccio avere il testo sbobinato. a tratti esilarante, direi...

Gipi ha detto...

Perec: se potessi averla la metteri in streaming su queste pagine. Però solo se non è un guaio e nessuno deve impazzirci. Se esiste in formato digitale potremmo passarcela via compiutero.

Però, ripeto, solo se la cosa non genera disturbi :)

perec ha detto...

dunque, purtroppo i mezzi della triennale arrivano alla vecchia cassettina, hai presente? ma dato che sto lavorando a cose che immagino tu sappia, c'è qualcuno che me la sta sbobinando. domani chimerò la gentile signorina dell'ufficio stampa, per ringraziarla del solerte invio di una quantità industriale di materiale. le chiederò se esiste un cd. se esiste, potrai metterlo in streaming. altrimenti, aspetteremo che chiara (la sbobinante...) abbia trasferito il tutto su word e te le invierò. che ne pensi?
pare che il fotografo ufficiale della triennale sia stato derubato della macchina fotografica il giorno stesso dell'inaugurazione, altrimenti avrei avuto anche le foto. non ho fatto in tempo a mandare una troupe. ma questo eprché sono tarda, tarda, tarda...

perec ha detto...

... in effetti, chimerarla e non chiamarla, la signorina dell'ufficio stampa, sarebbe tanto più bello.

Gipi ha detto...

Va bene Perec, se esiste una versione digitale la streamiamo (mamma mia!), altrimenti reciterò, doppiando i presenti in sala, il file di word :)
Scherzo, non lo doppierò ma credo che a leggerlo ci sia da morire dal ridere.

Aspetto notizie, ma mi raccomando, solo se non è una rottura di scatole.

perec ha detto...

non lo è. al momento, è sempre meglio che lavorare. e poi, comunque, ci sto lavorando. quindi...

manuele ha detto...

non so a quanto serva comunque...
non buttarlo via.
ciao
manuele

CapitanCatarro ha detto...

ma tipo portare l'audio della cassetta sul computer (collegando l'uscita audio dello stereo all'entrata microfono del pc, basta un cavetto) e farne mp3?

ciao a tutti

Anonimo ha detto...

Tra un po' inizierà il festival cinematografico di GIFFONI ed io ti vorrò vedere lì sul posto, in posa plastica.

Jacques ha detto...

Ooohh...adoro i tipini incappuciati!

Capitan Catarro ha ragione, con un cavetto da nulla si collega facilmente l'uscita delle cuffie con un ingresso mic o line in di qualsiasi computer (PC e Mac) ;)

Se fa così ghignare non è giusto che solo pochi possano ascoltarla!!!

J

Melo! ha detto...

la voglio ascoltare pure io>_> sono curiosooooo